Cultura

Luciano Pavarotti

Ischia Globalfest / Pavarotti sta meglio, lo dice Nicoletta

di Alessandra Magliaro

11-07-2007

Non si può mai dire con questa malattia, ma credo che Luciano ce l’abbia fatta, sta bene. Sta finendo il quinto ciclo di chemioterapia, non ha perso un capello e soprattutto non è dimagrito”. Nicoletta Mantovani riesce persino a trovare il sorriso parlando del marito Luciano Pavarotti, “da 52 settimane ormai malato” dopo l’intervento per un tumore al pancreas. Il grande tenore l’ha lasciata partire per Ischia, e ieri sera si è collegato telefonicamente perché “vorrebbe tanto essere qui con i suoi amici”, ha detto la Mantovani, vestito rosso anni Cinquanta, un filo di rossetto, disponibile e serena a parlare dell’artista che sta lottando con il cancro. Ieri sera, l’Ischia GlobalFest gli dedicherà un omaggio, “riunendo ha spiegato il produttore del festival Pascal Vicedomini tutti i suoi amici più cari come Andrea Bocelli, Tony Renis, i produttori David Foster e Umberto Gatica, preludio di un tributo che Nicoletta e Tony cominceranno ad organizzare presto al parco Novisad di Modena chiamando a raccolta tanti altri musicisti che negli anni scorsi erano intervenuti al “Pavarotti and friends”. “Luciano ha voluto che fossi qui per lui. Sta affrontando con determinazione e coraggio le cure, che questa malattia richiede, ed è di grande sostegno l’avere tutta la famiglia riunita con lui”, ha raccontato Nicoletta Mantovani accennando alla rinnovata unità della famiglia Pavarotti dopo la crisi di rapporti scoppiata all’epoca del difficile divorzio (milionario) dalla prima moglie Adua. “Anni fa viaggiavamo tanto per lavoro, ci siamo fermati un po’ con la nascita della nostra figlia Alice e sono ricominciate le frequentazioni anche con le altre figlie. Siamo sempre andati d’accordo e ora la malattia ha rinsaldato tutti i legami. Lui è felice di vedere tutti intorno”, ha spiegato. Nella casa di Pesaro intanto Luciano Pavarotti ha ricominciato a lavorare: “Sta incidendo un disco di arie sacre, duetterà con altri musicisti. Sarà una bella sorpresa ma non posso dire di più. Usciremo forse a dicembre, al più tardi a Pasqua. Ma la vita ci ha insegnato tempi di maggiore lentezza e di programmi alla giornata, proprio a noi che avevamo concerti programmati anni prima. E a proposito di concerti contiamo di riprendere il Farewell Tour che era stato interrotto proprio per l’aggravarsi delle sue condizioni”. Nicoletta Mantovani ha definito “male interpretate” le parole di Giuliana Pavarotti che in un intervista di pochi giorni fa aveva parlato dell’imminente morte del padre, liberatoria per raggiungere i genitori nell’ al di là. Le giornate a casa passano leggendo insieme libri, vedendo film, ascoltando Alice cantare. È intonata e Luciano si diverte molto ad ascoltarla così come a partecipare alle favole che la bimba ama inventare per il suo papà quando torna dall’asilo. Viviamo in allegria, non ci siamo rinchiusi nella tristezza. Luciano è una persona ottimista da sempre ha voluto sottolineare la moglie qualitè che non ha perso e che unita alle doti di dignità e coraggio lo portano a combattere la malattia”. Della morte in casa Pavarotti non si parla, “non ce ne e bisogno. Ognuno affronta nel proprio intimo una cosa così grande. Lui ha molta gioia dal sostegno delle figlie e ritrovare un certo clima familiare, una quiete personale, alla fine posso dire che ha fatto bene a tutti”.

Il palinsesto di oggi