L'Articolo

Tennis. Le Azzurre in finale di Federation Cup

16-07-2007

CASTELLANETA MARINA (TARANTO). L'Italia ha battuto la Francia per 3-2 e si è qualificata per la finale di Fed Cup. Nel doppio decisivo le azzurre, Francesca Schiavone e Roberta Vinci, hanno superato le francesi Nathalie Dechy e Severine Bremond col punteggio di 4-6, 6-1,

La grande protagonista di questo incontro è stata la Schiavone. Infatti Francesca 'cuor di leone' ha regalato all'Italia la seconda finale consecutiva dopo quella vittoriosa dello scorso anno contro il Belgio. Ad aspettare le azzurre ci sarà la vincente dell'altra semifinale tra gli Stati Uniti e la Russia, con le americane, che guidate da un'ottima Venus Williams, ancora in forma Wimbledon, erano sul risultato si 2-2.  Giornata straordinaria dunque per le azzurre a Castellaneta Marina, dapprima sull'orlo dell'eliminazione contro la Francia di Amelie Mauresmo e poi bravissime nella rimonta che porta al 3-2 finale. Dopo la prevedibile sconfitta di Mara Santangelo, che all'ultimo minuto ha sostituito l'infortunata Garbin, contro Amelie Mauresmo e la vittoria di Francesca Schiavone su Tatiana Golovin, il punto decisivo arriva dal doppio: ed è ancora la 'leonessa' ritrovata, Francesca Schiavone, in coppia con Roberta Vinci, a superare la coppia francese Dechy Bremond in tre set (4-6, 6-1, 6-2). La giornata era cominciata in salita. Nel primo singolare della giornata, infatti, la numero 1 francese, Amelie Mauresmo, aveva vinto 6-7(5) 6-0, 6-4 sulla Santangelo. L'azzurra aveva preso il posto della Garbin, infortunata a un piede, e pur giocando un'ottima partita si era dovuta arrendere alla transalpina. "Ho avuto parecchie chance nel primo di chiudere più in fretta, poi sono stata brava a recuperare nel tie-break ha detto alla fine la Santangelo . Fisicamente accuso queste temperature, sono di ritorno da un mese e mezzo a Londra a 10°. Penso di aver giocato un buon match, ho saputo solo stamattina che avrei giocato il singolare e non ho avuto il tempo di prepararlo, per tutta la settimana mi ero allenata per il doppio". Ma nel secondo incontro della giornata, con una rimonta incredibile, Francesca Schiavone ripete l'impresa di ieri, e dopo esser stata ad un passo dal ko (5-2 al terzo per la sua avversaria), con le francesi già pronte alla festa, la 'leonessa' resuscita e batte 6-4 2-6 7-5 la Golovin in 2 ore e 46' di gioco. Sul 2-2 tutto è nelle mani del doppio azzurro.

 Un'indomabile Schiavone torna in campo, 30 minuti dopo la maratona del suo singolare, e trascina Roberta Vinci al successo in rimonta (4-6, 6-1, 6-2), contro la coppia Dechy-Bremond. A quel punto è grande festa del numeroso pubblico di Castellaneta, con la Schiavone che si getta a terra in lacrime e il 'clan' azzurro che si abbraccia commosso: l'Italia, un anno dopo, è di nuovo in finale.

 

Il palinsesto di oggi