L'Articolo

Fernando Alonso

Formula 1 / Alonso, re della pioggia

22-07-2007

NÜRBURGRING (Germania). Pioggia decisiva al gran premio del Nürburgring dove il due volte campione del mondo Fernando Alonso ha conquistato, con la McLaren-Mercedes, la terza vittoria stagionale dopo quelle in Malesia e Montecarlo. Chi ci ha rimesso è stata la Ferrari che, dalla prospettiva di conquistare una doppietta con Kimi Raikkonen e Felipe Massa partiti subito avanti all'inizio, ha visto dapprima fermarsi il finlandese per un problema al sistema idraulico al 35/o giro e poi Massa farsi superare nel finale, in un duello emozionante a cinque giri dalla conlusione.

Ora il campionato si fa sempre più targato McLaren, ma sulla scuderia inglese pesa la decisione di giovedì del Consiglio Mondiale della Fia per la spy story. Hamilton, che ieri ha gareggiato regolarmente dopo l'incidente di sabato, si è piazzato nono e continua comunque a guidare la classifica del campionato mondiale piloti. Alonso, però, ora incalza e a due punti di distanza mette paura al compagno di squadra.

L'avvio del gran premio è stato spettacolare. Raikkonen è scattato subito veloce, ma, come aveva detto alla vigilia, il compagno di squadra Massa è stato subito aggressivo ed ha tentato di superare il compagno all'esterno. Il finlandese ha resistito, ma al fondo del rettilineo la lotta fra i due piloti del Cavallino ha rischiato di favorire Alonso, che ha cercato di sorpassare i due all'interno, senza però riuscirci.

Poi è arrivato l'acquaz-zone alla fine del primo giro che ha sconvolto la corsa. La maggior parte dei piloti si è indirizzata ai box per cambiare le gomme: Massa, Hamilton e Alonso ci sono riusciti, Raikkonen no. È arrivato male all'ingresso del corridoio e così, in modo un po' rocambolesco, ha dovuto allargare all'ultimo momento ma è riuscito a rimanere in pista senza problemi. Subito dopo, però, è arrivata la carambola dei piloti sul fondo scivoloso.

Il primo ad uscire è stato Button, ma la scena più spettacolare è successa al fondo del rettilineo quando, come delle bocce impazzite, sono usciti alla prima curva Sutil (Spyker), che ha sbattuto contro le protezioni, Hamilton (poi rientrato in pista con l'aiuto della gru), Rosberg (Bmw), Liuzzi (Toro Rosso) e Speed (Toro Rosso). Usciti anche Davidson (Super Auguri), Coulthard (Red Bull).Così, per un giro, complice anche il ritorno ai box di Raikkonen, il debuttante Winkelhock (Spyker) si è trovato ad essere il leader, per un giro (il quarto), della corsa. Poi è arrivata la bandiera rossa, la gara è stata sospesa ed è entrata la safety car che ha fatto rientrare i piloti ai box. La gara è ripresa alle 14.35 senza Button, Sutil, Rosberg, Speed e Liuzzi che si sono ritirati. Dietro la safety car è partito Winlkelhock, ma alle sue spalle, con il rimescolamento delle posizioni, Massa e Alonso. Il pilota della Spyker li ha lasciati passare e lo spagnolo ha cercato di approfittarne per superare il brasiliano ma non c'è riuscito. Poi la corsa si è snodata sul duello fra i due. Più staccati i loro compagni di squadra: Raikkonen e Hamilton.

Il finlandese al 15/o giro è riuscito a risalire al 3/o posto che ha mantenuto fino al 35/o giro. Poi, a causa di un problema al sistema idraulico, la sua macchina ha iniziato a rallentare ed è stato costretto al ritiro. Hamilton, a sua volta, ha fatto alcuni giri molto veloci che lo hanno portato, grazie ad alcuni sorpassi azzeccati, fino al nono posto finale. A otto giri dalla fine è tornata la pioggia a far impazzire i piloti. Massa e Alonso di nuovo ai box per cambiare le gomme e tra loro la sfida è diventata all'ultimo sangue. Lo spagnolo ha rischiato di scontrarsi nella corsia dei box con Fisichella, ma per un pelo la sua macchina è scivolata via senza problemi. È al 55/o giro che è arrivato il sorpasso da brivido.

Dopo avere pizzicato più volte il brasiliano, lo spagnolo ha fatto il primo vero tentativo sulla linea del traguardo, senza però avere fortuna. Ma non ha mollato. Poche decine di metri dopo Alonso ha affiancato Massa e, dopo che le due vetture si sono toccate sulla fiancata, è andato a vincere beffando il brasiliano. Alle loro spalle è stata un'altra lotta. Alla fine terzo posto per la Red Bull di Webber, seguito da Wurz (Williams) e da Coulthard (Red Bull). Primo degli italiani è stato Fisichella, decimo.

Il palinsesto di oggi