I consigli di Laura

L'incurabile amica "mangiatrice di uomini"

22-07-2007

Cara Laura,

sono una donna sulla trentina e  ho per amica la classica "mangiatrice di  uomini". Sposati o no, non guarda in faccia nessuno. Ha la mia stessa età, ed è molto attraente per cui non capisco proprio il suo comportamento. Potrebbe avere tutti gli uomini che vuole, ma lei insiste nel trovarsi in situazioni... precarie. Più volte le ho manifestato il mio dissenso sul suo stile di vita ma lei continua imperterrita. Adesso mi trovo in una situazione molto delicata in quanto ha messo gli occhi sul marito di una reciproca amica. Una "cara" amica. Vorrebbe che io l'aiutassi nel suo intento di allacciare una relazione con lui. Ma ovviamente mi sono rifiutata. Il troppo è troppo. Lei ci è rimasta male e mi ha rinfacciato tutte le volte che lei ha "preso il fuoco con le mani" per me. Verissimo, lei è stata sempre lì per me, sempre disponibile a tendermi una mano e spesso mi ha aiutata a risolvere delle situazioni impossibili. Ma quello che adesso lei mi chiede è  diverso. Io non mi sarei mai sognata di metterla in una situazione simile. Ovviamente, per amicizia, verso entrambe, non me na lsento di "aprire bocca", ma se lei continua con il suo atteggiamento non so proprio come comportarmi. Ha qualche suggerimento per me? In attesa,

Sandra

 

Cara Sandra, l'unico suggerimento che posso darle è quello di restare ferma sul suo punto. Lei non può essere complice in una cosa del genere. Non è morale, a parte l'amicizia. Continui a dissuaderla e sia chiara sul fatto che da lei non può, e non deve, aspettarsi nessun aiuto. Il problema della sua amica è l'insicurezza. Evidentemente non crede di poter avere  un uomo "tutto per sé". L'aiuti a capire che sbaglia. Dimenticavo, meglio non aprire bocca con l'"altra" amica. Anche perché non sa come finirà. Chissà, forse cambierà idea...

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi