L'Articolo

Juan Roman Riquelme

Milan. Mister X è Riquelme

28-07-2007

CARNAGO (Varese).  Da via Turati Leonardo è pronto a raggiungere il Brasile per mettere nero su bianco l'accordo con la giovane promessa Pato e fare un'offerta ufficiale per il cartellino del giocatore all'International de Porto Alegre. Resta invece l'incertezza intorno all'identità del mister X che dovrebbe arrivare a vestire la maglia del Milan (la prima divisa sarà presentata ufficialmente martedì a Milano).

Si è parlato del brasiliano dal passaporto portoghese del Barcellona Deco e anche di Baptista.

Qualcuno ipotizza che il giocatore a cui Adriano Galliani sta dando la caccia possa essere Juan Roman Riquelme: il centrocampista di San Fernando avrebbe infatti molti punti di contatto con l'identikit tracciato l'altro giorno dall'amministratore delegato del Milan. Riquelme è extracomunitario, ma la sua permanenza per quattro anni e mezzo in terra iberica potrebbe garantirgli un passaporto spagnolo senza alcuna difficoltà. Riquelme sarebbe un giocatore di primissima fascia, che piace (si dice) anche al Presidente Silvio Berlusconi. Carlo Ancelotti, così come per Deco, sarebbe felice di poter avere in rosa un giocatore capace di ricoprire il ruolo del secondo trequartista da affiancare a Kakà nel modulo a una punta, ma che potrebbe rivelarsi utile anche nel ruolo di vice- Pirlo.

La difficile situazione di Riquelme al Villarreal, infine, potrebbe accelerare questa operazione.

A tifare per l'arrivo di un nuovo giocatore ci ha pensato anche Rino Gattuso. "Il Milan sta cercando -ha detto Ringhio- penso che alla fine arriverà qualcosa". "La squadra si può rafforzare -ha continuato il centrocampista- però c'è la consapevolezza che le grandi squadre, i campioni non li vendono, la difficoltà è quella. Se andiamo a vedere solo un grande nome si è mosso, che è Henry del Barcellona. Non per parlar male degli altri però, si sono mossi in pochissimi".La preparazione del Milan prosegue intanto con due sedute di allenamento al giorno e con la convinzione e la speranza di poter ripetere i successi della passata stagione.

Se lo sono augurati negli ultimi giorni Jankulovski, Oddo e ieri Dario Simic. "Andremo in campo per vincere e ripetere i successi dell'ultima annata. Conquistare nuovamente la Champions League, ma non solo". Ed è su quel ‘non solo' che i giocatori del Milan si concentrano particolarmente. L'obiettivo indicato dalla società è la coppa Intercontinentale, quello da raggiungere subito invece è la Supercoppa Europea, il prossimo 31 agosto a Montecarlo contro il Siviglia.

"Ma anche campionato e coppa Italia - sottolinea Simic -. Sono tutti traguardi che vorremmo raggiungere". Il difensore rossonero, oltre ai successi di squadra, si aspetta anche qualche altra soddisfazione personale. "Vorrei riuscire a giocare come l'anno scorso quando ho finito la stagione con 35 presenze, come Bonera, tra i più utilizzati".

Il palinsesto di oggi