Dall'Italia

Fiumicino. Bagagli in attesa

Fiumicino. E' caos con i bagagli. Ispezioni a sorpresa

06-08-2007

FIUMICINO. E' in corso all'aeroporto di Fiumicino, per una verifica sui disservizi nel settore bagagli, un'ispezione straordinaria nei settori operativi da parte del direttore generale dell'Enac, Silvano Manera, accompagnato da un team di ispettori dell'Ente. L'ispezione è stata preceduta da una riunione negli uffici della direzione del "Leonardo da Vinci" con il direttore Vitaliano Turrà. I risultati saranno presentati domani dall'Enac nel corso del vertice convocato dal ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, con Enac e ADR.


"Sono venuto personalmente con dieci ispettori per verificare il funzionamento dell'aeroporto nel suo complesso, ma soprattutto per controllare il servizio di consegna e presa bagagli, il lost and found, e come vengono fornite ai passeggeri le informazioni in ordine ai loro diritti e alle compensazioni che devono avere in caso di disservizi".

Così il direttore generale dell'Enac, comandante Silvano Manera, ha motivato all'aeroporto di Fiumicino l'ispezione in corso nel settore bagagli. "Domani riporteremo al ministro Bianchi i risultati dell'ispezione - ha aggiunto - perché vogliamo fare chiarezza documentata su come effettivamente stanno le cose al di là delle ipotesi che sono state raccolte in questi giorni".

In merito all'ipotesi di sabotaggio al sistema di smistamento già giudicata "fantasiosa" dai sindacati, Manera ha detto che "si stanno raccogliendo dati e fatti, proprio per sostanziare le nostre ipotesi: sono qui per dare il massimo peso a questa indagine e misurare come stanno effettivamente le cose, con serenità e con il massimo rispetto di tutti. Soprattutto di un servizio pubblico che coinvolge ogni anno 130 milioni di persone, in buon parte italiane, che deve essere svolto nella massima garanzia di sicurezza per tutti. L'impegno è alto e ci vuole massima serietà".

Quanto a una revoca delle concessioni alle società di handler che dovessero dimostrarsi inadempienti o inadeguate nel servizio fornito, avanzata dal ministro Bianchi, il direttore generale dell'Enac ha parlato "di chiarezza, finalmente, relativamente agli impegni che tutte le parti si devono prendere nei confronti dei passeggeri e quindi dei cittadini che viaggiano. Ci sono concessioni e contratti, regole e codice: vogliamo che tutti si attengano strettamente a questi impegni e che diano il massimo del servizio ai passeggeri".

Il palinsesto di oggi