Dal Mondo

Bagdad

Baghdad e Baluba. 80 cadaveri in 24 ore

06-08-2007

BAGHDAD. Quasi 80 cadaveri sono stati ritrovati nelle ultime 24 ore tra Baghdad e Baquba, hanno reso noto fonti della sicurezza precisando che circa 60 di essi sono stati rinvenuti in un campo nei pressi del capoluogo della provincia di Diyala. In base alle scarne indicazioni della polizia irachena citate dalla stampa di Baghdad non è chiaro se i corpi rinvenuti nei pressi di Baquba fossero sepolti in una fossa comune o se fossero semplicemente abbandonati in un campo dall'erba alta. Le fonti si sono limitate a precisare solo che si tratta di corpi "in avanzato stato di decomposizione".

Da circa due mesi è in corso nella provincia di Diyala e in particolare nei dintorni di Baquba una offensiva antiterrorismo dell'esercito iracheno e delle forze Usa, a cui partecipano oltre 10 mila soldati. Le stesse fonti di polizia hanno inoltre riferito che nella capitale sono stati rinvenuti almeno 18 cadaveri, tra cui quelli di due donne, abbandonati nelle strade o nelle discariche in zone diverse della città. Quasi tutti, come sempre in questi casi, avevano le mani legate dietro la schiena e vistosi segni di tortura, oltre a letali ferite da arma da fuoco alla testa o al torace, inflitte in stile "esecuzione".

Il palinsesto di oggi