Cultura

Spike Lee

Il titolo dovrebbe essere "Miracle at St.Anna". Spike Lee farà un film sulla vicenda di Stazzema

12-08-2007

ROMA. Dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema si parlerà anche in un film dal titolo provvisorio Miracle at St.Anna che il regista americano Spike Lee comincerà a girare nell'alta Versilia il 15 ottobre. Prodotto per metà dallo stesso Spike Lee e tratto dal romanzo omonimo di James McBride (Rizzoli), il film darà voce a chi finora non ne ha avuta e cioé ai soldati neri americani della Novantaduesima Divisione Buffalo Soldiers, tutta composta da militari di colore.


Quattro di loro, mentre vivono la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, restano bloccati in Toscana nel paesino di Sant'Anna al di là delle linee nemiche, separati dal resto dell'esercito dopo che uno di loro ha rischiato la vita per trarre in salvo un bambino italiano.

In sostanza il film vuole essere un omaggio "profondo e sentito" a quei soldati neri americani che in Italia hanno combattuto contro i nazisti e i fascisti ma, nonostante il loro coraggio, sono rimasti invisibili e inascoltati nella loro terra e condannati all'oblio anche da Hollywood. Nel luglio scorso Spike Lee ha visitato il monumento-ossario dove è posta la lapide con tutti i 560 nomi dei morti e ha parlato con alcuni dei superstiti. Poi si è recato in altri luoghi dell'Alta Versilia dove sarà ambientato il film.


Un contributo di 1,5 milioni di euro per rifinanziare la legge che nel 2000 istituì il Parco della Pace a San'Anna di Stazzema. Lo ha annunciato il ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli oggi nella località lucchese per le commemorazioni del 63/o anniversario dell'eccidio nazista in cui vennero uccise 560 persone.

Il Parco della Pace già composto da un museo e da un ossario prevede anche la costruzione di un centro di accoglienza per corsi di alta specializzazione per la pace. "Diamo un contributo come ministero della Cultura di 1,5 milioni di euro - ha spiegato Rutelli - perché in questo Parco della Pace e in questo centro di accoglienza devono venire tantissimi giovani a capire, studiare, conoscere e a dare questo messaggio".

Per Rutelli i giovani "possono venire qua a Sant'Anna in memoria di un passato terribile e per un futuro decisamente migliore". Durante le loro orazioni anche il sindaco di Sant'Anna Michele Silicani e il presidente dell'Associazione Martiri di Sant'Anna Enrico Pieri, avevano ricordato la necessità di un impulso per la continuazione dei lavori per il Parco della Pace.

Il palinsesto di oggi