L'Articolo

J

Obbiettivo centrato. Josefa Idem si qualifica alle Olimpiadi di Pechino 2008

12-08-2007

ROMA - "Fate il tifo per me", aveva detto ieri. Obbiettivo centrato, e settima olimpiade per Josefa Idem. Dalla Germania Est, dove è nata nel 1964, a Pechino, la sua canoa è sempre stata d'oro, pagaiando dai Giochi di Los Angeles '84 fino a quelli di Pechino 2008, attraverso Seul '88, Barcellona 92, Atlanta '96, Sydney 2000 e Atene 2004 e con l'intermezzo di medaglie a Mondiali ed Europei. Oltre al titolo olimpico di Sydney, Idem ha vinto un argento (2004) e due bronzi ('84 e '96) olimpici. Sono invece 21 le medaglie ai Mondiali, 13 quelle all'Europeo.

La canoista di Goch gareggia per l'Italia dal 1990, anno in cui sposò il suo allenatore Guglielmo Guerrini, con il quale vive a Ravenna e con il quale ha avuto due figli. L'avventura olimpica di Josefa è iniziata a Los Angeles 1984, quando colse il bronzo nel K2 500 con la maglia della Ddr. Da quel momento tanti piazzamenti, ma per la definitiva esplosione ha dovuto attendere il trasferimento in Italia.

Nel 1990 infatti coglie a Poznan il primo oro mondiale nel K1 500, oltre ad un bronzo nel K1 5000. Dopo le Olimpiadi di Atene la Idem si era presa una pausa di riflessione per tornare alle gare l'anno successivo. Complessivamente in Mondiali ed Olimpiadi, a tutto il 2004, ha vinto 5 ori, 8 argenti e 8 bronzi. Agli Europei ha vinto 8 ori, 2 argenti e 1 bronzo. Ha vinto inoltre quaranta gare di Coppa del Mondo. Dal maggio del 2001 al giugno 2007 è stata Assessore allo Sport del Comune di Ravenna. Da febbraio 2007 è membro della Commissione Scientifica per la Vigilanza e il Controllo sul Doping per la tutela della Salute nelle Attività Sportive del Ministero della salute. Quest'anno ha pubblicato la sua autobiografia che si intitola "Controcorrente".

Il palinsesto di oggi