Dal Mondo

Iran: Ahmadinejad tuona ancora contro lo scudo spaziale voluto dagli USA

16-08-2007

MOSCA. Per il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad lo scudo spaziale Usa è una minaccia non solo per un singolo Paese ma per tutta l'Asia. Lo riferisce l'agenzia Interfax, citando una dichiarazione di Ahmadinejad a Bischkek, dove è in corso un summit del gruppo di Shangai.

"Noi vediamo che stanno continuando le minacce di una potenza per ciò che riguarda la dislocazione degli elementi dello scudo spaziale in alcuni punti del mondo. Tali intenzioni vanno oltre la minaccia ad un singolo paese ma riguardano una parte importante del continente, di tutta l'Asia, dei paesi membri dell'organizzazione di Shangai", ha dichiarato Ahmadinejad, parlando accanto ai presidenti della Russia e della Cina.

"Purtroppo nel mondo attuale alcuni Paesi sono abituati a parlare da una posizione di forza e ciò avviene quando tutto il nostro mondo ha maggior bisogno di pace e sicurezza", ha proseguito. Il presidente iraniano ha detto di confidare nelle capacità dell' organizzazione di Shangai "di lottare per un atteggiamento giusto e rispettoso verso i diritti di tutti i popoli e di porre fine alle ingiustizie, alle minacce e alle discriminazioni", ha aggiunto, sottolineando che ciò riguarda in modo particolare il Medio Oriente, "dove hanno avuto luogo tentativi di occupazione e di giocare nuove carte politiche".

"Nonostante tali offensive siano fallite, esse portano enormi difficoltà e disgrazie per i popoli di questa zona", ha sostenuto. Ahmadinejad si è detto convinto che il gruppo di Shangai "riuscirà a prevenire l'uso della forza e delle minacce e il tentativo di imporre la propria volontà da parte di alcune potenze" e "sarà messaggero di pace e amicizia nel mondo intero".

Il palinsesto di oggi