Dal Mondo

Cina. Dopo un’inondazione nella provincia dello Shandong intrappolati più di 180 minatori

19-08-2007

PECHINO. Sono più di 180 i minatori intrappolati nella miniera di carbone di Huayuan, nei pressi di Xintai, circa 570 chilometri a sud-est di Pechino, nella provincia orientale cinese dello Shandong, dopo un'inondazione avvenuta venerdì pomeriggio intorno alle due e trenta locali. Oltre ai 171 minatori intrappolati, come confermato dall' agenzia di stampa ufficiale cinese "Nuova Cina", altri nove sono rimasti intrappolati nella vicina miniera di Minggong. Secondo Wang Ziqi, direttore dell'Amministrazione dello Shandong per la sicurezza nelle miniere di carbone, "c'é solo una minima possibilità che i minatori sopravvivano".

L'alluvione è dovuta alle forti piogge che sono cadute sulla zona e che hanno provocato una crepa di 50 metri sulla diga del fiume Wen, dando luogo a un'inondazione. L'acqua è scesa a una profondità di 860 metri sottoterra. Dalle 08:50 di questa mattina tutti i luoghi di lavoro nelle miniere, secondo le squadre di soccorritori giunte sul posto, sono stati inondati. La maggior parte dei minatori, stando a quanto dichiarato da Wang Junmin, vice governatore dello Shandong, provenivano dalle aree rurali attorno alla città di Taihan.

Circa duemila truppe dell'esercito Popolare di Liberazione, assieme a uomini della Polizia e ad altri minatori, sono riusciti a chiudere trenta metri di breccia che si era creata nella diga sul fiume Wen, operazione cruciale secondo i soccorritori, per aiutare le operazioni di soccorso. La capacità produttiva della miniera di Huayuan di Xintai è di 750 mila tonnellate di carbone.

La struttura, secondo "China Net", un sito statale on line di notizie, opera rispettando tutti gli standard legali. Lo scorso anno il bilancio dei morti in incidenti in miniera é stato di 4.746 persone in migliaia di tempeste e inondazioni. Il 2007, fino a questo momento, ha visto la morte di 1.800 minatori in 1.066 incidenti. Il più clamoroso caso di salvataggio di quest'anno è avvenuto alcune settimane fa nella miniera di Zhijian, nella provincia nord-orientale dell'Henan, dove sono stati salvati 69 minatori rimasti intrappolati sottoterra per tre giorni a causa di un'alluvione.

I minatori intrappolati sono stati nutriti con latte versato nelle profondità della miniera tramite il tubo della ventilazione. Per il numero di incidenti che accadono ogni anno, le miniere della Cina sono considerate le più insicure del mondo.

Il palinsesto di oggi