I consigli di Laura

Delusa dal modo di fare dei cugini italiani

23-08-2007

Cara Laura,

la scorsa settimana sono venuti a trovarmi i miei cugini dall'Italia. Hanno deciso di visitare New York come una delle tappe del loro viaggio di nozze. Sono stata io a consigliarli nella scelta dell'albergo; come dire gli ho dato un pò di consigli su come vivere la città.

Sennonchè loro sono arrivati, ma purtroppo le valigie sono andate smarrite, così ho pensato di prestare qualche vestito alla neo-moglie di mio cugino. Poi ho fatto diverse telefonate per accertarmi dove fossero i bagagli. Tra l'altro l'indirizzo che loro avevano dato in aeroporto era completamente errato e finalmente le valigie sono arrivate grazie alla mia premura di chiamare l'aeroporto. Ho anche dedicato loro il mio giorno "off" portandoli in giro per la città. Ma quando hanno pensato che potevano fare a meno di me, non mi hanno più chiamato. Così ho pensato di chiamare io e loro erano beatamente a cena in un ristorante di Manhattan. Non mi aspettavo di seguirli durante le loro cene a lume di candela, ma almeno un cappuccino potevano offrirmelo o dirmi un semplice grazie.

 

Letizia

 

 

Cara Letizia, hai perfettamente ragione, ma sappi che non abbiamo tutti la stessa sensibilità ed educazione. Sii superiore all'accaduto. Tu hai fatto molto di più di quello che dovevi fare e la tua squisitezza verrà ricompensata sicuramente. Ma non aspettartela dai tuoi "cari" cugini!

 

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi