L'Articolo

Formula 1. Doppietta Ferrari. Riaperto il mondiale

27-08-2007

ISTANBUL.  Doppietta Ferrari in Turchia, il mondiale si riapre. Non sarà stato il Gp delle meraviglie quello che si è corso sotto il caldo torrido di Istanbul, tantomeno la corsa dei colpi di scena, dei sorpassi da brivido: di certo è quello che con l'uno-due delle Rosse e il passo falso di Lewis Hamilton a cinque tappe dalla fine rimette in gioco la leadership per il titolo iridato. La gara turca premia ancora una volta Felipe Massa: il brasiliano, dopo la pole centrata sabato, è andato a prendersi la terza vittoria di questa stagione (dopo Barhein e Spagna), bissando il successo di un anno fa, quando sullo stesso circuito aveva ottenuto la prima pole e anche la prima vittoria della sua carriera. Alle spalle il compagno di squadra Kimi Raikkonen, che in partenza ha bruciato subito una posizione a Hamilton. E proprio per il britannico qui a Istanbul la fortuna non ha girato al meglio: ha bucato la gomma anteriore destra al 43/o giro e ha perso due posizioni, chiudendo al quinto posto dietro alla Bmw di Heidfeld. Sorride Fernando Alonso, che dopo le liti in scuderia che hanno gettato benzina sul fuoco di un mondiale segnato dalla storia dello spionaggio, si va a prendere un terzo posto, rosicchiando qualche posto al rivale di casa.

 La classifica non cambia in maniera radicale, ma si accorciano un po' le distanze: Hamilton con i quattro punti sale a quota 84, seguito da Alonso a 79, mentre Massa riduce a quindici i punti di svantaggio sul leader portandosi con 69 punti davanti di una lunghezza all'altro ferrarista (68). La gara è stata tutt'altro che entusiasmante.

 Doveva fare la differenza la partenza e così è stato, premiando le due Ferrari. Massa infatti non si è fatto sorprendere lanciandosi subito in testa verso i primi tornanti del movimentato circuito turco.

Ma anche Raikkonen ha sfruttato al meglio il via, scavalcando il leader del mondiale Lewis Hamilton e passando in secondo posizione alle spalle del compagno di squadra.

Le McLaren sono costrette così ad incassare una partenza che le ha viste in difficoltà: il britannico scivola in terza posizione e il due volte campione del mondo, Fernando Alonso, perde addirittura due posizioni, si vede infilare in mezzo dalle due Bmw di Kubica e Heidfeld e finisce a inseguire dal sesto posto.

Piccolo incidente nelle retrovie per Jarno Trulli che si è visto toccare la sua Toyota dalla Renault di Fisichella: la macchina è andata in testa coda, ma è riuscita a riprendere la traiettoria, finendo però in fondo.

La gara scorre via senza variazioni in testa: poi comincia la sfida ai box. Al 13/o giro si ferma per il rifornimento Kubica e Alonso, partito con la macchina carica, riguadagna una posizione.

 Al 18/o giro pit stop per l'altra Bmw e lo spagnolo é quarto. Poi è la volta delle macchine in corsa per il titolo: prima Alonso, poi Raikkonen (19/o e 18/o giro), a seguire Massa e Hamilton al 20/o. Opposta la strategia sulle gomme dei due team al comando: le Ferrari sono partite con i pneumatici morbidi e li hanno tenuti alla prima sosta, mentre la McLaren ha montato gomme dure e le ha tenute anche al primo rifornimento. Le Renault, cariche di carburante hanno fatto la sosta dopo gli altri, così che Kovalainen si è ritrovato al comando, prima di lasciare di nuovo la testa alle due Ferrari. Pochi brividi per oltre venti giri, con le due macchie di colore, il rosso Ferrari e il grigio-nero delle McLaren, perfettamente allineate, con le prime in testa e le altre a inseguire.

 Il secondo pit stop delle Rosse (al 41/o si ferma il finlandese e a quello successivo il brasiliano ed entrambi per l'ultimo tratto di corsa devono montare le gomme dure) non stravolge nulla e Massa esce sempre davanti al compagno di squadra. Ma la gara non fila altrettanto liscia per il leader del mondiale: al 43/o giro Hamilton buca la gomma anteriore destra ed è costretto a rientrare ai box faticosamente: perde la terza posizione e scivola in quinta, dietro ad Heidfeld.

Sorride Alonso che sale così sul podio.

Alla fine è trionfo rosso sul podio di Turchia: doppietta, la seconda del mondiale 2007, dopo quella di Magny Cours. In Francia davanti c'era il gelido Kimi. Stavolta è musica per le orecchie di Massa: braccia alzate sul gradino più alto del podio e la Ferrari torna a sperare.

Il palinsesto di oggi