I consigli di Laura

Per aver fortuna con gli uomini meglio "scendere dalla cattedra"

04-09-2007

Cara Laura,

ho esitato molto prima di dare la mia opinione a Michela, ma poi ho deciso di farlo in quanto credo che un consiglio "disinteressato" e "sincero" non guasti mai.

Michela le ha scritto, sfiduciosa, di non riuscire più a trovare l'anima gemella. Il tutto è aggravato dalla sua età: 40 anni. Il problema, secondo lei, è che forse è "troppo in gamba". Lei ha risposto che l'età non conta, che a quarant'anni una donna è nel pieno della sua femminilità, e che resta sempre la possibilità di trovare l'anima gemella.

Cara Laura, il problema di Michela è racchiuso nell'ultima riga della sua lettera. Quando afferma di non riuscire a trovare un legame in quanto "troppo in gamba". E qui casca l'asino. Non c'è cosa peggiore, in una coppia, fare sentire, appunto, la propria superiorità intellettuale e questo, sospetto, sarà stato il motivo del fallimento del suo precedente legame durato quattro anni.

Si sa che all'uomo la donna intelligente piace, ma non "troppo intelligente". E la donna "veramente" intelligente, non deve mai far pesare questo sull'uomo che ha accanto. Già gli uomini, a mio parere, sono stati "smembrati" da questa generazione di donne. Figuriamoci poi se ci si mette anche a fare l'intellettuale.

Michela dovrebbe "scendere dalla cattedra" e assumere un atteggiamento più malleabile. Sono certa che facendo così riuscirà a trovare  un uomo che l'ami e che possa soddisfarla nella sua ... voglia di innamorarsi...

Cordiali saluti a lei e a Michela che spero accetterà questo mio consiglio,

                                                          Floriana 

Cara Floriana, e perché no? Mi sembra un ottimo consiglio

 

Il palinsesto di oggi