I consigli di Laura

A proposito di suocere

16-09-2007

Cara Laura,

 

leggo sulla sua rubrica le lamentele delle dolci nuore verso le malvage suocere. Fatta eccezione la biblica Ester ed il suo rapporto con la suocera, per quel che so questa guerra dura da millenni.

Mia madre, una santa donna, sebbene io fossi nato un don Giovanni, per lei non ne azzeccavo una. L ‘ultima ragazza amata e stimata da tutti in paese, per lei non andava bene il suo modo di camminare, piuttosto altero. Ma vediamo se riesco ad illustrare la donna nel ruolo di madre e di suocera con un racconto.

Due donne abitanti nello stesso rione si son perse di vista. S'incontrano dopo venti anni ed ecco quel che segue:

"Ciao Faye, come stai? Eh, abbastanza bene

Dopo aver discusso del più o del meno una di loro dice: "A proposito, se ben ricordo tu avevi due figli, un maschio e una femmina. Ormai saranno grandicelli".

La ragazza, risponde l'altra, si è laureata in economia e commercio e ha sposato un avvocato.

Il ragazzo si è laureato in giurisprudenza e ha sposato una ragazza laureata in antropologia. Una fannullona che non ti dico. Dal primo giorno del matrimonio ha smesso di lavorare e il mio povero figlio oltre a mantenerla, deve alzarsi di buon'ora per servirle la colazione a letto. A mezzo giorno deve correre a casa per preparare il pranzo e lo stesso dicasi per la cena e susseguente pulizia. Vederlo trafficare con aspirapolvere, lavatrice e lavastoviglie, mi dà una fitta al cuore che non ti dico. Il dolore mi porterà alla tomba prima dei miei giorni.

"E la ragazza?"

Ah, come accennato ha sposato un avvocato e sebbene avesse un buon lavoro ben retribuito, dal primo giorno del matrimonio è rimasta a casa. Mio genero la fà vivere da signora. Pensi che la mattina si alza di buon'ora per portarle la colazione a letto. A mezzo giorno torna a casa per preparare il pranzo e lo stesso dicasi per la cena. Ti dico che mentre io e mia figlia sedute sul divano parliamo del più e del meno, a vederlo alle prese con lavastoviglie, aspirapolvere e lavatrice, sento una gioia profonda e ringrazio il Signore per grazia ricevuta. Un saluto,

 

Savino Caldararo

 

Caro Savino,  con la sua simpatica storiella ha reso l'idea perfettamente.

 

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi