L'Articolo

Lewis Hamilton

Formula 1. Gp del Giappone. Per Hamilton Mondiale piì vicino

01-10-2007

FUJI (Giappone). La gara più caotica della stagione incorona virtualmente Lewis Hamilton campione del Mondo. Il giovane esordiente inglese della McLaren vince una gara segnata da tanti colpi di scena mentre Fernando Alonso ripone le sue speranze di titolo contro le barriere di protezione, vittima di un incidente che, a due gare dalla fine, lo fa scivolare a 12 punti in classifica dal compagno di squadra.

La Ferrari invece sbaglia completamente strategia, non si accorge, anzi non riceve le indicazioni dei commissari di gara che impongono al via gomme "estreme" per tutti e alla fine piazza Raikkonen al terzo posto e Massa al sesto.

Ma per il titolo Piloti le speranze sono minime: Raikkonen è infatti a -17 da Hamilton con 20 punti ancora in palio. Massa invece non ha più speranze. La squadra di Maranello avrebbe potuto ottenere molto di più se non fosse stato per una scelta errata al via con tanto di giallo.

La pioggia che cade da sabato a Fuji, infatti, costringe i commissari di gara a far partire i piloti dietro la safety car. Prima del via poi la Fia ordina per iscritto che tutti i piloti devono montare gomme da bagnato estremo. A differenza di tutti gli altri, Raikkonen e Massa partono invece con gomme intermedie poichè la Ferrari non riceve la comunicazione della Fia e ritiene, sbagliando, che la strategia con gomme intermedie possa pagare. La direzione gara quindi avverte la Ferrari di richiamare i suoi piloti al cambio gomme, pena squalifica. Per questo al secondo giro Massa e Raikkonen sono costretti a rientrare al box per montare gli pneumatici che hanno tutti gli altri. Scelta comunque obbligata, a prescindere dagli ordini della Fia, dato che Massa e Raikkonen con le intermedie non riuscivano neanche a stare in pista. Discutibile la decisione tecnica della Ferrari, ma quel documento della Fia, che deve essere sottoscritto da tutte le squadre, al box di Maranello non è mai arrivato. Tornando alla gara, la safety car resta in pista per 18 dei 67 giri in programma. Al 14esimo e 15esimo giro Raikkonen e Massa, rispettivamente, si fermano per il primo rifornimento. Massa poi al 17esimo riceve anche una penalità (‘drive through') per aver superato una vettura in regime di safety car e finisce in fondo al gruppo. Al giro successivo la gara finalmente comincia.

Alla ripartenza Hamilton resta in testa davanti ad Alonso, Vettel e Webber. Raikkonen è 16esimo e Massa 17esimo. La giornata nera del brasiliano però prosegue: al 19esimo giro viene colpito al posteriore dalla Williams di Wurz che finisce fuori pista. Poi rientra al box per scontare la penalità, finendo anche in testacoda. Al 27esimo giro Alonso si ferma per la sua unica sosta (11"9), mentre Hamilton effettua il pit-stop al giro successivo. Va bene all'inglese che rientra al terzo posto mentre Alonso finisce ottavo, bloccato dal traffico.

Raikkonen invece risale al decimo posto mentre Massa è 15esimo. Al 34eismo giro poi Kubica prova a infilare Hamilton ma colpisce l'inglese facendolo finire in testacoda. La parte destra della McLaren è danneggiata e il polacco della Bmw sarà penalizzato con un "drive through".

Problemi anche per Alonso che al giro successivo finisce in testacoda dopo un contatto con Vettel, perdendo qualche posizione e finendo dietro Raikkonen. In testa ci sono le due Renault, con Kovalainen e Fisichella che però devono effettuare la sosta.

Al 40esimo passaggio si ferma Raikkonen per la sua seconda e ultima sosta ma un problema al bocchettone della benzina fa perdere tempo al finlandese (10"4). Si fermano anche le Renault e Hamilton passa al comando. Poi il colpo di scena: al 42esimo giro Alonso finisce in testacoda finendo violentemente contro le barriere. Macchina distrutta, illeso il pilota e safety car ancora in pista. Al 46esimo poi escono di scena Vettel e Webber che si scontrano. Ne beneficia Massa che sale al terzo posto dietro Hamilton e Kovalainen. Raikkonen invece è settimo.

Al 58esimo Massa si ferma poi per il suo secondo pit-stop rientrando decimo mentre Raikkonen sale al terzo posto e dà la caccia a Kovalainen. Hamilton guida tranquillo in testa, mentre i duelli tra Raikkonen-Kovalainen e Massa-Kubica infiammano gli ultimi giri. Hamilton vince la sua quarta gara stagionale ed è a un passo dal titolo; Kovalainen resiste agli attacchi di Raikkonen ed è secondo mentre Massa riesce a strappare la sesta posizione a Kubica con un gran sorpasso. Coulthard è quarto al traguardo con la Red Bull, Fisichella quinto con la Renault. A punti anche Kubica, settimo, e Vitantonio Liuzzi che finisce ottavo dando il primo punto iridato alla Toro Rosso.

Il palinsesto di oggi