I consigli di Laura

Gli rubano il computer ed entra in crisi

07-10-2007

Cara Laura,  

purtroppo da dieci giorni  la mia vita è cambiata. Ho subito un furto: il mio computer portatile.

Ti assicuro che è come elaborare un lutto.

Dentro c'era tutta la mia vita degli ultimi tre anni. Foto, appunti, documenti importanti, ricevute di pagamenti. Tutto. E di conseguenza sto malissimo. Proprio come quando si  perde una persona cara; ed allora  mi capita di non voler  parlare con nessuno, nè di vedere nessuno.

E così ho fatto. Soltanto che la mia fidanzata invece di capire la situazione, e soprattutto di rispettarla, ha cominciato a lamentarsi che aveva perso molte foto di una vacanza che avevamo fatto lo scorso anno insieme. Che credimi, rispetto alle cose importanti contenute nel computer riguardo al lavoro, sono veramente poca cosa.

Così ho deciso di non vederla in questi giorni perchè non mi sento capito e supportato, in un momento così delicato.

Un mio vecchio amico, al contrario, mi sta dando una mano per cercare di recuperare, almeno in parte, le cose andate perdute.

Sembrerà strano, ma questo episodio mi sta allontanando dalla mia fidanzata perchè, se è vero che le persone a noi vicine servono da supporto quando ne abbiamo bisogno, lei ha dimostrato di essere una perfetta incapace.

                                                                                                 Stefano

 

Caro Stefano,

mi dispiace molto per quello che ti è successo. Hai ragione. Subire il furto del computer è di una violenza inaudita. Piano piano riuscirai ad elaborare il "lutto". Ma lascia che ti dica che mi sembra che tu sia un po' "troppo" duro con la tua fidanzata. Dici che  non ti sta vicina. Non è facile gestire un rapporto quando succedono queste cose. Se ti senti di stare da solo, fallo pure, ma ti consiglio, se ci tieni a questo rapporto, di tenere aperto il dialogo con la tua fidanzata.

Il palinsesto di oggi