I consigli di Laura

Nel testamento la madre ha dato di più al fratello. È giusto?

12-10-2007

Cara Laura, 

le scrivo per avere una sua opinione su una faccenda che mi sta a cuore.

Mia madre, ha due figli, me e mio fratello più giovane di qualche anno, ci ha detto di aver fatto testamento e ce ne ha comunicato il contenuto. È venuto fuori che ha lasciato il settanta per cento dei suoi beni a mio fratello e a me soltanto il trenta per cento. Ci sono rimasta un po' male visto che noi due siamo  molto legate ma lei mi ha spiegato che in tutti questi anni mi ha sempre dato una mano, economicamente, mentre all'altro figlio non ha mai dato un centesimo.

Ad essere sincera  a suo tempo, quando comprai la casa, lei mi diede una grossa somma da mettere come anticipo in modo che pagassi  meno al mese. Una somma abbastanza consistente, centomila dollari che sicuramente copre la differenza del patrimonio fra me e mio fratello. Ma ciononostante confesso di esserci rimasta un po' male.  Le premetto che non mi sono azzardata a lamentarmi con mio fratello e per questo nemmeno con mia madre, ma lei ha capito qualcosa per cui si è sentita in dovere di spiegarmi la ragione. A lei, Laura, che è una persona molto saggia, chiedo se ho diritto ad esserci rimasta male o sono semplicemente egoista e capricciosa come ha evidenziato la mia migliore amica della quale tengo molto a cuore il giudizio. La prego di essere sincera. Con affetto,

                                                                    Viviana  

 

Cara Viviana,

 visto che lei ci tiene alla mia sincerità devo dirle che sono d'accordo con la sua amica. D'altronde lei stessa dice che la cifra che sua madre le ha dato per comprare la casa copre la differenza del patrimonio, per cui proprio non capisco il suo malumore. Sua madre è stata correttissima a dividere così il suo testamento. Gliene dia merito.

Il palinsesto di oggi