I consigli di Laura

Natale da sola

03-12-2007

Cara Laura,
si stanno avvicinando le vacanze di Natale ed io sono di nuovo sola. Sono una donna separata da cinque anni ed ho avuto l'affidamento di mio figlio. Lui ha quindici anni, e dopo vari tentativi di tenere in piedi il mio matrimonio, ho deciso di separarmi. In questi anni tutti i problemi con mio figlio li ho affrontati da sola, sono andata io a parlare con i suoi professori, sono stata io ad organizzargli i party in occasione del suo compleanno. Fino a due anni fa mio figlio non ha avuto contatti con il padre,  il mio ex marito non si è fatto vivo  nel giorno del suo compleanno per fare gli auguri a mio figlio. Spesso ero io a telefonargli per ricordarglielo e spesso dovevo sollecitare di mandarmi soldi. Ma da due anni a questa parte il mio ex marito ha ricominciato a farsi sentire e per Natale  ha invitato mio figlio a  trascorrere una settimana con lui.
Lo ha invitato in Connecticut, dove vive con la sua nuova compagna, e mio figlio è stato talmente manipolato che ha cominciato a dirmi che questa donna cucina in maniera fantastica.
Non credo di meritarmi questo trattamento dopo i sacrifici che ho fatto, e a dir la verità in questo momento della mia vita mi sento veramente sola e incompresa.
                                                                                                       Giovanna   Cara Giovanna,
momenti di solitudine e di dispiacere capitano a tutti. Ti prego di reagire e soprattutto di non avere questo atteggiamento da perdente se non vuoi essere sopraffatta dagli eventi. Forse questa donna cucina in modo fantastico, e con ciò?
Lascia che ti dica però che  un piccolo errore lo hai commesso, nel senso che non ti sei "ricostruita" una vita. Prima o poi  tuo figlio andrà via di casa ed avrà la sua vita, contatti con il padre o no.


 Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,
 55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi