I consigli di Laura

Il figlio di 8 anni non accetta il suo nuovo compagno

16-12-2007

Cara Laura,  


mi sono separata da mio marito da circa un anno. È stata una decisione sofferta e ben ponderata. Dopo dieci anni di matrimonio e tre di fidanzamento è stato difficile dire basta ad una storia nella quale ho dato tanto ed investito tanto.
La cosa più bella che ho avuto è stato questo figlio che ho avuto dal mio ex marito, e che vive con me, ha otto anni ed è un bambino sensibilissimo. Ho sempre cercato di rispondere alle sue domande con sincerità, non facendogli mancare nulla.
Il problema è che da un anno ho un nuovo compagno e mio figlio sta rispondendo molto male a questa situazione. Gli fa dispetti in continuazione, non vuole che lui resti a dormire a casa nostra, gli butta pacchetti interi di sigarette.
Nonostante questo mio nuovo compagno/fidanzato sia gentile con lui, gli fa regali e lo va a prendere a scuola, lui non vuole proprio lasciarsi andare anche perché credo che il padre, cioè il mio ex marito abbia su di lui un’infuenza negativa.
Così non so più che fare: amo mio figlio, è la cosa più importante della mia vita, ma non voglio per questo rinunciare alla mia vita.    

Anna

 

Cara Anna,


il concetto di non voler rinunciare alla tua vita è sano e giusto. In molti  fanno l’errore di concentrare tutte le energie sui figli dopo una separazione senza rifarsi una vita. I figli una volta grandi vanno via di casa e si rischia di rimanere soli. Credo comunque che sia normale la reazione di tuo figlio, per l’età che ha, come credo che cambierà presto. Abbi pazienza.      

Il palinsesto di oggi