I consigli di Laura

Casa nuova, vita nuova

27-12-2007

Cara Laura,

sono alle prese con un trasloco molto impegnativo. Io e mio marito abbiamo trovato finalmente la casa dei nostri sogni, non lontano da dove abitiamo ora e abbiamo deciso di trasferirci nei prossimi mesi. Dopo tutte le seccature burocratiche che comporta un trasferimento stiamo ora per fare le valigie e gli scatoloni. Proprio in questi giorni mi sono venute in mano cose rimaste sepolte per anni e di cui non mi ricordavo nemmeno l'esistenza. Foto vecchissime, oggetti della mia gioventù, lettere d'amore dei miei ex, ricordi di una vita insomma. Mio marito, trovando tutte queste cose, senza porsi troppi problemi ha iniziato a confezionarle e a buttarle via una volta per tutte. Io mi sono inferocita e gli ho detto:"Ma come ti permetti?". Lui ha risposto che nella casa nuova non vuole metterci cose vecchie, che non c'è spazio per queste cavolate, che non servono insomma. Mi ha ferito molto questo suo atteggiamento noncurante, come se la mia sensibilità fosse come la sua, come se pensasse che si può vivere senza ricordi. Io sono attaccatissima agli oggetti, soprattutto quelli che per me hanno significato qualcosa, un amore, una amicizia profonda. Mi accorgo che non c'è niente che tenga. Lui ha già messo la mia roba nella spazzatura; io di nascosto sono andata a prenderla ma so che prima di lasciare la casa vecchia ci saranno ancora molte discussioni....

 

Enza

 

Cara Enza,

io cercherei di trovare un compromesso con tuo marito. Dopo aver valutato cosa conservare e cosa lasciare, insisterei spiegando i motivi del tuo attaccamento e poi cercherei una amica che possa tenerti qualche scatolone per un po' così da "diluire la consegna a domicilio".

Il palinsesto di oggi