L'Articolo

Finalmente Ballardini

Calcio. Cagliari. Finalmente Ballardini

30-12-2007

CAGLIARI. A volte ritornano. Anzi, nel caso del Cagliari, ritornano spesso. Con l'ufficializzazione dell'ingaggio di Davide Ballardini al posto dell'esonerato Nedo Sonetti (subentrato a sua volta a Marco Giampaolo dopo l'11/a giornata) tutti e tre gli allenatori che quest'anno si sono alternati sulla panchina del Cagliari sono anche degli ex, con Sonetti chiamato addirittura per la terza volta.  È un rapporto di odio-amore quello tra Massimo Cellino e i suoi allenatori. È vero che ne caccia tanti, ma è altrettanto vero che spesso se ne pente e li richiama. Quello di Sonetti - durato solo sei partite alla guida della squadra rossoblù, nelle quali ha racimolato appena un punto - è il 16/o esonero della gestione Cellino, che dura dal giugno del 1992, la più lunga presidenza nella storia del club sardo.

In totale Cellino ha cambiato allenatore per 28 volte, richiamando ben 7 allenatori (Giorgi, Mazzone, Tabarez e Ventura oltre ai tre di questa stagione). E stavolta, quella che viene offerta al tecnico ravennate - 44 anni da compiere il prossimo 6 gennaio - è un'opportunità da non fallire, perché alla sua prima esperienza, Ballardini in nove partite non riuscì mai a vincere, collezionando quattro pareggi e cinque sconfitte.

Ma lasciò, evidentemente, un buon ricordo a Cellino, visto che ha scelto proprio lui per sostituire quel Nedo Sonetti che stavolta - dopo due salvezze conquistate - non è riuscito a fare il miracolo. Il terzo tecnico della stagione verrà presentato alla stampa stamattina, nel centro sportivo di Assemini, ma in questi giorni ha già fatto sapere di credere nella salvezza.

"Conosco gran parte dei giocatori, che ho allenato due anni fa - aveva detto Ballardini - e credo nelle potenzialità di questo gruppo. Ho grande fiducia in questa squadra, c'è ancora tempo per recuperare e ringrazio il presidente che mi ha dato questa opportunità". Da domani i rossoblù si ritroveranno ad Assemini per la ripresa degli allenamenti e dal 2 gennaio squadra in ritiro e due allenamenti al giorno, sino all'amichevole del 6 gennaio con la Nuorese. Sul fronte mercato, Ballardini (come peraltro il suo predecessore Sonetti) ha chiesto rinforzi e la società si è già mossa. In arrivo sicuramente un portiere (dopo la bocciatura di Fortin, anche Marruocco non ha convinto) e altri due, tre giocatori.

Quasi certo l'ingaggio di Storari, via Milan, attualmente in prestito al Levante, ultimo in classifica nella Liga, e del brasiliano Jeda, in forza al Rimini. Per il centrocampo si parla del romanista Barusso e del genoano Coppola, mentre per la difesa la prima mossa di Ballardini sarà il rilancio di Canini, uno dei giovani difensori più promettenti fino al grave infortunio al ginocchio subito l'anno scorso, che non è mai riuscito a riconquistarsi il posto da titolare.

Il palinsesto di oggi