Le poesie

Un nipote curioso

di Nino Del Duca

02-03-2008

Io tengo ‘nu nipote - trìdice anne -
ca me stà sempe attuòrno, ogne mumento,
nun me dà pace e vo' essere spiegato
il come e quando di ogni avvenimento.

P' ‘o compleanno suo gli ho regalato
‘nu libro ‘e storia - dall'Italia antica
ai nostri giorni - e con soddisfazione
ho notato ca ‘o tène sempe apprièsso,
‘a storia nosta lle piace a ‘stu guaglione.

O no' - mi chiede - è ‘ovèro ca l'Italia
è fatta proprio a forma ‘e ‘nu stivale?
Sissignore - rispondo - ma attualmente
‘a parte ‘e sotto è molto malandata
pecchè assai gente l'hanno maltrattata,
e ‘a parte ‘e coppa è asciùto ‘nu bubbone
per il quale ce avìmma sta' assai attiente,
si nò chistu stivale di valore
se pò spacca', e, come puoi capire,
‘na cosa a piezze vale poco o niente.

- O no', famme capi', ma gli italiani
so' overamente tutte quante artiste?-
E ancora gli rispondo : Sissignore,
sia pure ognuno in modo differente.
Ce stà chi tène ll'arte dint' ‘e mmane
e crea cose ca fanno ‘ncanta' ‘a ggente,
chi ha l'arte ‘e s'arrangia' (...dote nostrana)
e chi sape fa' ll'arte ‘e Michelasso
e, a spese ‘ell'ate, mangia, beve e ‘ngrassa.

-O no', spiegame ‘o fatto ‘ell'elezioni
c'àggio liggiùto sopra al tuo giornale,
Papà m'ha ditto ca nun serve a niente,
pecchè ‘sti tizi ca saranno eletti
faciarrànno ‘e mariuòle, tale e quale.

Questa domanda, caro mio nipote,
è ‘nu poco difficile a spiega'.
Tuo padre, in certo modo, non ha torto
pecchè ha capito ‘o munno comme và...
Il potere corrompe, e, molto spesso,
pure il più onesto, ‘e vvòte, perd' ‘a capa
e, o pe' denaro, o debolezze umane,
vende sè stesso e la sua dignità.

Ma io, che sono un poco più idealista,
tengo ‘a speranza ca forse, chissà,
chesta vòta sarrà la volta buona
per dire addio agli e quivoci e agli inganni,
e chi governerà sarà capace
non dico ‘e trasformare il piombo in oro
(sulo ‘a bacchetta magica ‘o ppò ffa'...)
 ma perlomeno di sanare il marcio,
agendo con coraggio ed onestà
per mantenere questa nostra Italia
su una corretta strada democratica,
in pace con sè stessa e con il mondo,
esaltando i valori più essenziali:
l'Unità, la Giustizia e ‘a Libertà.

E mò, guaglione mio, per oggi basta
cu' ‘sti domande, e nun te preoccupa':
- Doppo ‘a tempesta, torna sempe ‘o Sole -
fra qualche tempo ne riparleremo...

Siente? Stanno chiammànno, ‘a cena è pronta,
‘A politica è bella, però ‘a panza,
quanno è vacante, nun fà arraggiuna'...

Il palinsesto di oggi