Dal Mondo

Afghanistan ritrovati I resti del primo presidente Daud Khan

28-06-2008

ROMA. I resti di Mo-hammed Daud Khan, primo presidente dell'Afghanistan trucidato con familiari e ministri in un ‘putsch' militare sostenuto dall'Urss, è stato ritrovato in una fossa comune a 30 anni dalla sua destituzione.
Il nipote Mahmoud Ghazi Daud ha oggi convocato i giornalisti a Kabul per dare l'annuncio. "Sono state scoperte due fosse, una con 16 corpi e l'altra con 12", ha detto.
"I resti sono ovviamente irriconoscibili ma dalle scarpe e dagli abiti abbiamo capito che appartenevano a Daud Khan, ai suoi familiari e agli esponenti del suo governo assassinati con lui in quel tragico giorno", ha aggiunto.
 La scoperta è stata fatta in poco più di due mesi di lavoro da una commissione ‘ad hoc' nominata lo scorso aprile da Hamid Karzai, l'attuale capo dello stato che per Mohammed Daud Khan non ha mai nascosto la sua ammirazione. Arrivato al potere nel 1973 con uno dei tanti colpi di stato che caratterizzano la storia afghana, Daud abolì la monarchia, proclamò la repubblica diventandone presidente e tentò di modernizzare un paese dalle tradi
Sotto di lui si cominciò a parlare di diritti delle donne, il paese aprì cautamente all'occidente e vennero varate riforme che incontrarono la resistenza dei fondamentalisti islamici. L'Unione Sovietica prese la palla al balzo: prima ispirò il colpo di stato del 27-28 aprile e poi - il 28 dicembre 1978 - invase l'Afghanistan facendo precipitare il paese in una tragica catena di conflitti che hanno provocato oltre due milioni di morti e 5,5 milioni di profughi.
Daud Khan fu ucciso nel palazzo presidenziale di Kabul da militari afghani amici di Mosca.
Nel massacro furono sterminanti diversi membri della sua famiglia, fra cui donne e bambini, e vari esponenti del suo governo. Fu la fine del suo esperimento progressista e l'inizio di 30 anni di nuove turbolenze non ancora terminate: occupazione sovietica, guerra civile, regime dei Taleban, intervento militare internazionale contro Al Qaeda e gli stessi Taleban estro-messi dal potere.
Mohammed Daud Khan era arrivato al potere rovesciando suo cugino, Moham-med Zaher Shah, l'ultimo re dell'Afgha-nistan, ponendo fine a 300 anni di dinastia dei Durrani.
L'ex sovrano, morto nel 2007 all'età di 93 anni, aveva trascorso molti anni in esilio a Roma prima di far ritorno in patria dopo la fine del regime dei Taleban.

Il palinsesto di oggi