I consigli di Laura

McCain ha tirato fuori l'ultimo asso dalla manica

07-09-2008

Cara Laura,
quando noto l'ingenuità della gente mi viene da sorridere. Per esempio, a volte nessuno legge tra le righe dei giornali qualcosa di non detto, ma molto evidente. Ma i giornalisti non ne parlano, e nessuno dice niente. Mi spiego meglio con un esempio e vengo al punto.
Tutti si stupiscono del fatto che il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti McCain abbia scelto come vicepresidente la governatrice dell'Alaska. Ma come si fa a non capire che è il suo asso nella manica?
Le cose stanno sicuramente così: mentre Obama tenta di conquistare una parte dell'elettorato conservatore dicendo che non rinuncia alla guerra, McCain deve, naturalmente, conquistare una parte di democratici. È chiaro che la scelta di una donna è un modo per rubare ai democratici l'elemento innovativo rappresentato da Hillary Clinton. Bastava scegliere una donna, e forse la Palin era l'unica "papabile".
Insomma tutto questo scalpore per niente, perché nessuno guarda più in là del suo naso e non capisce che questa è solo una mossa elettorale. Lei che cosa ne pensa? Chiedo a lei perché sono quasi sicuro che, intelligente com'è, sarà d'accordo con me. Grazie e molti saluti a tutti i lettori di America Oggi, che invito a ragionare di più sulle notizie.
un lettore attento

Caro lettore attento, la ringrazio per l'alta considerazione. Senza cadere in un eccesso di modestia, le dirò che mi considero mediamente intelligente e normalmente dotata di buon senso. Ma nulla di più.
Per quanto riguarda la sua analisi, non la trovo del tutto sbaliata. Però lei ha dimenticato di dire che tutto lo scalpore suscitato da questa candidatura riguarda più altri fatti, come la sua inesperienza, e vicende della sua vita privata che per i conservatori sarebbero inaccettabili.


Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,
55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Cara Laura,
quando noto l'ingenuità della gente mi viene da sorridere. Per esempio, a volte nessuno legge tra le righe dei giornali qualcosa di non detto, ma molto evidente. Ma i giornalisti non ne parlano, e nessuno dice niente. Mi spiego meglio con un esempio e vengo al punto.
Tutti si stupiscono del fatto che il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti McCain abbia scelto come vicepresidente la governatrice dell'Alaska. Ma come si fa a non capire che è il suo asso nella manica?
Le cose stanno sicuramente così: mentre Obama tenta di conquistare una parte dell'elettorato conservatore dicendo che non rinuncia alla guerra, McCain deve, naturalmente, conquistare una parte di democratici. È chiaro che la scelta di una donna è un modo per rubare ai democratici l'elemento innovativo rappresentato da Hillary Clinton. Bastava scegliere una donna, e forse la Palin era l'unica "papabile".
Insomma tutto questo scalpore per niente, perché nessuno guarda più in là del suo naso e non capisce che questa è solo una mossa elettorale. Lei che cosa ne pensa? Chiedo a lei perché sono quasi sicuro che, intelligente com'è, sarà d'accordo con me. Grazie e molti saluti a tutti i lettori di America Oggi, che invito a ragionare di più sulle notizie.
un lettore attento

Caro lettore attento, la ringrazio per l'alta considerazione. Senza cadere in un eccesso di modestia, le dirò che mi considero mediamente intelligente e normalmente dotata di buon senso. Ma nulla di più.
Per quanto riguarda la sua analisi, non la trovo del tutto sbaliata. Però lei ha dimenticato di dire che tutto lo scalpore suscitato da questa candidatura riguarda più altri fatti, come la sua inesperienza, e vicende della sua vita privata che per i conservatori sarebbero inaccettabili.


Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,
55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi