Dagli USA

Bush con Berlusconi (foto d'archivio)

Berlusconi. Per lui si prepara una serata magica alla Casa Bianca

di Cristiano Del Riccio

11-10-2008

WASHINGTON.  "Oh, What a Night". Saranno le note trascinanti del musical "Jersey Boys" a fare da sottofondo alla serata magica che George W. Bush vuole regalare al suo "grande amico" Silvio Berlusconi lunedì alla Casa Bianca in coincidenza con il Columbus Day. La musica è stata scelta con cura, così come ogni altro dettaglio della serata, per dare una impronta italiana al grande gala, uno degli ultimi degli otto anni di Bush alla Casa Bianca.
Il musical racconta la storia del famoso gruppo rock degli anni '60 "The 4 Seasons", formato da Frankie Valli ed altri tre ragazzi italo-americani, all'epoca paragonati ai Beatles, tornati oggi alla ribalta grazie al super-premiato musical "Jersey Boys", che racconta la loro storia, usando le canzoni più celebri del gruppo, come appunto "Oh, What a Night". "Il presidente Bush e la First Lady Laura vogliono offrire una serata veramente speciale al premier Silvio Berlusconi, che considerano un grande amico - ha detto all'Ansa Anita McBride, capo di staff di Laura Bush in una intervista alla Casa Bianca -. Sanno che Berlusconi ama molto la musica, che compone e che canta la sua musica: ha cantato anche per il presidente Bush quando si è recato in Italia".
La scelta è così caduta sulle canzoni del famoso musical proprio "per le radici italiane" della storia. La Casa Bianca è pronta anche alla evenienza che Berlusconi possa decidere di cantare o suonare qualcosa nella fase finale del gala, quella musicale. "Non sappiamo se accadrà, ma siamo pronti a questa evenienza - ha rivelato la McBride -. Conosciamo bene la musica che ha registrato di recente. E sappiamo che le celebrazioni italiane diventano sempre dei festival musicali. Parlo per esperienza: sono figlia di italiani e mio padre era un musicista".
Non sarà solo la musica ad avere un'atmosfera italiana. Il menù della cena nella State Dining Room è stato scelto con grande cura da Laura Bush. "Ci siamo informati sulle preferenze di Berlusconi. Cominceremo con la pasta - afferma la collaboratrice della First Lady - e finiremo con dei dolci formidabili: amaretti, torrone ed un dolce di cioccolata a forma di caravella per onorare il Columbus Day". La lista degli invitati comprenderà molte personalità italo-americane: dalla speaker della Camera Nancy Pelosi all'ex sindaco di New York Rudy Giuliani.
La visita di lunedì, pur non avendo lo status ufficiale di "visita di stato" perché Berlusconi non è un capo di stato, avrà in realtà lo stesso formato di queste cerimonie: dal benvenuto al mattino nel giardino della Casa Bianca al gala serale sotto lo sguardo severo di un grande ritratto di Lincoln. Inoltre lunedì mattina, dopo il colloquio con Bush nell'Ufficio Ovale, Berlusconi si recherà con la First Lady alla National Gallery per una preview di una mostra su Pompei.
I particolari onori intendono "sottolineare la lunga amicizia ed il rispetto reciproco tra i due leader - afferma Anita McBride -. Bush considera Berlusconi un grande amico, una persona con cui è possibile avere approfondite discussioni perché sono in sintonia nell'approccio ai problemi". A questo bisogna aggiungere il grande interesse dei Bush per l'Italia, "in tutti i campi: dalla storia alla cultura, dall'arte al cibo". "La First Lady non perde occasione per visitare mostre italiane a Washington, spesso in compagnia dell'ambasciatore Gianni Castellaneta e di sua moglie", ricorda la McBride.
Il premier Berlusconi alloggerà alla Blair House: davanti all'edificio che accoglie gli ospiti del presidente Bush già campeggia, accanto alla Casa Bianca, una enorme bandiera italiana.

Il palinsesto di oggi