La città

Incendio a Chelsea. Uccide una famiglia

11-10-2008

Cinque membri di una famiglia (padre madre e tre bambine), sono morti in un incendio in un appartamento a Manhattan, dopo essere rimasti intrappolati in una camera da letto e in un bagno.
Un bambino di 10 anni è sopravvissuto nell'abitazione ed è stato salvato dai vigili del fuoco. Il bambino ora versa in condizioni critiche al Jacobi Hospital, in una stanza che fornisce ossigeno alle vittime di ustioni gravi.
L'incendio si è sviluppato verso le 6 e 30 del mattino nella cucina di un appartamento al sesto piano di uno dei  palazzi del complesso di case popolari "Robert Fulton Houses" sulla 18ma sstrada e la 9na Avenue, nella zona di Chelsea. Le fiamme e il denso fumo hanno reso impossibile la fuga per un uomo di 40 anni, Maschay Joa Valdez; Delkis Balbuena, una donna di 34 anni; e le tre bambine, Nanny Joa Balbuena, di 8 anni, Bet-El Joa Balbuena, 3 anni, and Ruth Joa Balbuena, 15 mesi. Insieme con il bambino, la famiglia ha cercato di mettersi in salvo barricandosi in due stanze in attesa dei soccorsi, ma cinque su sei non ce l'hanno fatta. Le cause che hanno scatenato l'incendio sono ancora sotto inchiesta, ma il dipartimento dei Vigili del fuoco ha detto che il segnalatore del fumo nell'appartamento era stato spento e le pile rimosse. Le autorità incaricate hanno confermato che una regolare ispezione era stata effettuata 6 mesi fa e che il segnalatore funzionava a dovere.
Secondo quanto riferisce il New York Times, nell'edizione online, alcune delle vittime erano ancora vive quando sono state estratte dall'appartamento, ma sono poi decedute prima di arrivare in ospedale. I vigili del fuoco sono intervenuti con prontezza, chiudendo le finestre e spegnendo le fiamme, all'incirca 45 minuti dopo  l'inizio dell' incendio.
 "Il fuoco è partito dalla cucina, vicino alla porta d'entrata", ha detto il capitano James Daly. "Il fuoco non ha permesso alle persone nell'appartamento di imboccare la porta per uscire, costringendole a rifugiarsi nel retro della casa, dove sono rimaste intrappolate", ha concluso Daly.
Kathy Creer, una vicina che vive al piano sottostante, ha raccontato di aver bussato alla porta d'ingresso, dopo aver appreso da un altro inquilino dello svilupparsi delle fiamme: "Ho picchiato forte contro la porta, ma dall'altra parte non ho sentito alcun rumore", ha detto, aggiungendo che il pianerottolo era invaso dal fumo che fuoriusciva dalla parte inferiore della porta.

Il palinsesto di oggi