Le poesie

Tempo da perdere

di nino del duca

27-06-2009

"Biàto a te ca tiene tiempo ‘a perdere,
si' pensionato e nun hai niente ‘a fa',
nuie, invece, c'ìmma sòsere matìna
pe' gghi', cu ‘o friddo o ‘a neve, a fatica'!"

Io, quanno sent'‘e dìcere ‘sta frase,
me tocco ‘e nierve.  ‘A ggente nun capisce
che dire a un vecchio: "Tiene tiempo ‘a perdere"
è certamente ‘na cosa ca nun stà.

Mi spiego meglio - Quando uno è giovane
tiempo ne tène ancora in quantità
e quindi, si ne perde qualche muorzo,
avendone parecchio di riserva,
nun ha motivo ‘e se rammarica'.

Ma quando la matassa della vita
l'hai quasi già del tutto sgravugliata,
‘o tiempo è poco e non ti puoi permetter
di perderlo accussì, senza fa' niente,
ma devi utilizzarlo il più possibile
facendo quello ca te piace ‘e fa'.

Certe cose, lo so, non è più il caso,
‘e fforze nun so' cchiù chelle ‘e ‘na vota
(devi arrangiarti con la fantasia...)
Ma ci sono tante altre attività
cui dedicarti, anche a una certa età.

Naturalmente tutti i tuoi parenti
ti dicono ca nun ti ha' trapazza',
figlie e nepùte te stanno sempe ‘ncuollo:
" ‘Ono', statte assettàto, nun te mòvere,
nun ghi' sempe currenn'‘accà e ‘allà!"

Lo fanno a fin di bene, se capisce,
ma ‘unn' ‘e da' udienza, nun te rassigna',
fall'accapi' che il tempo tuo è prezioso,
ne tieni poco e nun ‘o puo' sciupa'.

Il giorno in cui mi sono pensionato
io non ne ho fatto un dramma. Mi son detto:
" ‘A ‘stu mumento in poi ‘a vita è tua,
mantieni in esercizio ‘o cuorpo e ‘a mente,
scaccia ‘e pensiere e le malinconie
e pensa che la vita è come un sogno
ca, priesto o tarde, un giorno finirà."

Pirciò, guòdete ‘o tiempo ca te resta,
si tiène genio, appàgati ogne sfizio
(però con calma e senza esagera'),
ma non fermarti, si no te siente inutile...
È cumme fosse ca si' muorto già.

Il palinsesto di oggi