I consigli di Laura

L'out out del mio fidanzato

01-07-2009

Cara Laura,
mi sono cacciata in un bell'impiccio. Io vivo a New York  con alcune ragazze, ho una stanza ampia e posso ospitare tranquillamente parenti e amici. Io sono anche fidanzata, ma il mio ragazzo viene ogni tanto perché vive in Italia. E qui arriva il punto. Qualche settimana fa, un mio caro amico mi ha chiesto se per due settimane lo potevo ospitare, in attesa di trovare fissa dimora. Io ho risposto di sì senza neanche pensarci, anzi ero davvero contenta perché ero sicura sarebbe stato divertente. Quindi ho raccontato la novità al mio fidanzato, che appena ha saputo di chi si trattava è andato su tutte le furie. Mi ero dimenticata che lui l'aveva conosciuto e davvero non lo sopporta. Non gli piacciono i modi, ma secondo me è convinto che lui ci stia provando con me. Per farla breve mi ha messo davanti a una scelta: o lui o l'amico. Io sono molto confusa, non posso rimangiarmi la parola con Matteo, lui è felice di trasferirsi a casa e lo metterei nei guai, non saprebbe dove andare. Ma non voglio neanche perdere il mio ragazzo, mi dà fastidio però che lui mi imponga le sue decisioni. Cosa fare?
Veronica
Cara Veronica,
capisco il rammarico del tuo ragazzo, ma la vita è la tua e tu devi decidere come gestire le situazioni che ti si presentano davanti. Nei rapporti solidi e intelligenti non esistono gli out out, ma il dialogo. Ci dovresti parlare con il tuo fidanzato, vagliate insieme il da farsi e spiegagli quanto sia difficile dire di no al tuo amico. Alla fine, fossi in te, gli direi che le coppie si alimentano di fiducia reciproca e che una storia non può finire appena sorge qualche problema...


Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,
                                                                                                                                                                55 Bergenline Ave., Westwood, N.J., 07675

Il palinsesto di oggi