La città

Bloomberg paga il biglietto di ritorno agli homeless di New York

di Marcello Campo

30-07-2009


Biglietto di sola andata per rispedire gli homeless di New York nel loro Paese d'origine: paga il Comune. Lo ha deciso il sindaco della Grande Mela, Michael Bloomberg, per liberarsi dei tanti senzatetto d'origine straniera e delle loro famiglie che vivono ai bordi delle strade della città. Lo scrive il New York Times in prima pagina, sottolineando come il Comune riesca così a risparmiare le spese per il loro ricovero notturno, che costa alla città 36mila dollari l'anno per nucleo familiare.
Molti di loro sono da anni a New York e ormai stanchi di girovagare per la città, sono contenti di tornare a casa gratis. Ma questa proposta è accolta con favore anche da quelli giunti a New York più di recente, anche loro scoraggiati dalla difficoltà di trovare un lavoro fisso e dai prezzi altissimi delle case.
Il giornale racconta la storia di una famiglia portoricana che, dopo aver passato mesi nei ricoveri comunali, ha deciso il grande passo del ritorno a casa. Hector Correa, sbarcato nel maggio scorso a New York assieme alla moglie e ai due figli, in questi mesi ha vissuto nella casa della madre, da anni residente in città. In questo periodo di crisi, purtroppo, Hector non è riuscito a sbarcare il lunario: non avendo trovato un lavoro e con le bollette da pagare, alla famiglia Correa non è rimasto altro che vivere nei ricoveri pubblici. "Mi aspettavo molto di più da New York ma non c'é stato nulla da fare. Parlando con alcune persone nel dormitorio - racconta al giornale - ho saputo che c'era l'opportunità di tornare a casa a spese dello stato e abbiamo colto al volo quest'opportunità ".
La più sollevata è la moglie, Mojica, che si è detta "felice" di rientrare a Porto Rico, in più senza cacciare un dollaro. Alla fine i Correa sono volati a San Juan di Porto Rico con un biglietto last minute per meno di 1000 dollari. Il Comune, che investe per questo programma mezzo milione di dollari l'anno, ha incaricato l'agenzia di viaggi locale Austin Travel di acquistare tutti questi biglietti di solo andata. L'Amministrazione fa sapere che questi viaggi sono assolutamente volontari e non ci sono limiti alla loro portata: sinora famiglie di homeless sono stati spediti in tutti i cinque continenti del mondo, anche se la stragrande maggioranza sono andati a Porto Rico e in America Latina. Ovviamente il comune provvede a tutto, non solo al biglietto, ma paga anche per il visto e le pratiche per ottenere il passaporto collaborando con il Dipartimento di assistenza dei senzatetto.
Una volta che la famiglia ha raggiunto la terra d'origine, il comune s'incarica di chiamarla per verificare che nel viaggio tutto sia andato bene e che la situazione sia come loro speravano, cioé che la loro casa sia ancora agibile. Le stesse fonti, conclude l'articolo, fanno sapere che nessuna famiglia che ha partecipato a questo programma è tornata indietro, a vivere nei dormitori di New York City.

Il palinsesto di oggi