Le poesie

Il dialetto a scuola

di nino del duca

23-08-2009

Se uno dice sempe cose a schiòvere
quanno tu ‘o siente, dice "Chist' è scemo"
ma a volte pure ‘e scième, inconsciamente,
dicono delle cose intelligenti,
pirciò, mettendo bando ai pregiudizi,
io devo dire "Bravo...!". L'àggia fa'.

Recentemente Bossi, il capintesta
di un partito che predica discordia,
ha dichiarato che sarebbe giusto
far studiare i dialetti nelle scuole,
ed io gli dò ragione, e non capisco
chi storce il naso, senza ce penza'.

I dialetti, rispetto all'italiano,
non formano un'antitesi  - Contengono
nel loro insieme un patrimonio immenso
di storia patria che ci raffigura.
Studiarli è un modo giusto ed efficace
per preservarlo, un gesto di cultura.

Mettere in primo piano, nello studio,
il linguaggio ufficiale è basilare,
si chiacchieriammo (ognuno a modo suio)
‘mbriacàmmo ‘e ccose.  Nun ‘o putìmmo fa',

Però, mettendo, dopo l'italiano,
anche lo studio del dialetto avìto,
sarebbe una magnifica occasione
‘e piglia', cu una fava, due piccioni.
L'italiano ci unisce, ci rafforza,
ce fà senti' comme ‘na cosa sola
ed il dialetto, nei suoi vari suoni,
distingue ognuno dint' ‘o cauraròne.

‘Nu bello minestrone dint' ‘o piatto
è ‘na pietanza sana e coloritua,
che ti dà gusto mentre stai mangianno
e ‘stu gusto è accresciuto dal distinguere
i vari ortaggi ca ‘e  miso a cucena'.

L'italiano e i dialetti sono figli,
in molti casi, della stessa mamma...
Ma s'hanno adopera', con molta cura,
amalgamando tutto con l'essenza
dei nostri miti, della nostra storia
che ci unisce in un unico retaggio
sin dai primordi della civiltà.

Pirciò, sia pure molto a maloincuore,
pensànno a tutte ‘e fesserie ca dice,
stavòta applaudo e dico: "Non fermarti,
insisti sullo studio del dialetto,
forse sarà l'unica cosa bona
nel guazzabuglio delle tue scemenze,
ca, pe' ‘na vòta, tu ‘e saputo fa'."

Io, da  napoletano, mi rallegro
quando sento una frase in siciliano,
in romanesco, sardo, milanese...
Tutti   i  dialetti, per me, sono una musica
inneggiante all'Italia, il mio Paese!




Il palinsesto di oggi