Dal Mondo

Offensiva antitalebana in Pakistan. Un drone americano fa 20 vittime

24-10-2009

PAKISTAN OFFENSIVA ANTITALEBANA DRONE USA FA 20 VITTIME

NEW DELHI. Una settimana dopo l'inizio dell'offensiva antitalebana ‘Rah-e-Nijat' nel nordovest del Pakistan, l'esercito di Islamabad è riuscito a riconquistare Koktai, città d'origine capo talebano nel Paese. Nel contempo sono tornati in azione i droni americani che dall'Afghanistan spesso compiono incursioni in territorio pachistano: un aereo senza pilota della forza americana ha lanciato missili contro postazioni talebane nel distretto di Bajaur uccidendo più di venti persone.

Da qualche giorno l'esercito pachistano era intorno a Koktai, città natale di Hakemullah Mehsud, il leader del gruppo talebano Therik-e-Taliban, e di Qari Hussain, il coordinatore e addestratore dei kamikaze del gruppo. In una settimana la città é passata di mano diverse volte, fino alla scorsa notte, quando l'esercito l'ha riconquistata definitivamente.

Il portavoce dell'esercito pachistano, generale Athar Abbas, ha riferito alla stampa la conclusione dei combattimenti, aggiungendo che la città era diventata un vero e proprio arsenale dove l'esercito ha trovato armi, munizioni ed esplosivi. Abbas ha detto che l'esercito è impegnato ora in "un'azione di bonifica del territorio", in quanto tutta la città è disseminata di bombe e mine. E mentre l'esercito era impegnato nel Sud Waziristan, un drone americano ha colpito nel villaggio di Damadola, nel distretto di Bajaur. Quest'ultimo e il Sud Waziristan si trovano ai due opposti delle Aree tribali di Amministrazione Federale (Fata Federally Administered Tribal Areas), la zona al confine con l'Afghanistan che ingloba una serie di distretti (chiamati agenzie) governate dalle diverse tribù e che non fanno parte delle quattro province pachistane.

Il drone ha colpito abitazioni e bunker attribuiti al maulana Faqir Mohammad, uno dei leader del Tehreek-e-Taliban, e ai suoi miliziani. Ma anche alcuni parenti del leader talebano sono stati uccisi.

Non è chiaro se fra le vittime ci sia anche il maulana. Secondo alcune fonti le vittime dei missili lanciati dal drone sarebbero 20, secondo altre almeno 27.

Imprecisato il numero dei feriti. Anche il leader storico dei talebani pachistani, Baitullah Mehsud, era stato ucciso dai missili di un drone Usa lo scorso agosto, non molto lontano dalla località di Damadola.

 

Il palinsesto di oggi