La comunità

New Jersey. La Festa della Repubblica a Newark

06-06-2010

Parterre d'eccezione per il tradizionale ricevimento del 2 giugno organizzato dal Consolato di Newark nell'elegante sala del "Newark Club", situato al centro della città.

Diverse autorità italiane e americane ed una vasta partecipazione di pubblico (circa duecento le presenze) hanno reso l'evento particolarmente coinvolgente.

A essi bisogna aggiungere, inoltre, i rappresentanti di varie istitituzioni universitarie, di imprese, del locale COMITES, e delle principali associazioni italiane e italo-americane.

Tra le personalità di spicco vanno segnalati il senatore Frank Lautenberg, il Congressman Bill Pascrell, il sindaco di Newark Cory Booker, l'onorevole Amato Berardi, monsignor Celestino Migliore (rappresentante della Santa Sede presso le Nazioni Unite), il Console Generale di New York, Francesco Maria Talò, la dott.ssa Silvana Mangione e il dott. Augusto Sorriso in rappresentanza del CGIE (Consiglio Generale degli Italiani all'Estero).

L'evento è stato in parte sponsorizzato dalla celebre ditta STREGA - ALBERTI di Benevento, di cui ricorrono quest'anno i centocinquant'anni dalla fondazione, con una felice coincidenza rispetto all'avvio del processo di unificazione italiana, cui peraltro il Console in Newark Andrea Barbaria ha fatto ampio riferimento nel discorso di apertura. "L'anniversario dell'unificazione d'Italia deve essere considerato un'occasione per rinnovare il nostro orgoglio nazionale", ha affermato infatti il Console "per guardare al futuro con un maggiore senso di appartenenza in base alle nostre radici comuni".

"Un'identità" ha aggiunto il dott. Barbaria "basata su valori e principi condivisi in tutta l'Europa e le società democratiche".

Il Console poi ha proseguito ricordando "le influenze reciproche che è possibile individuare tra il processo d'unificazione italiana e la contemporanea guerra civile americana".

Successivamente, hanno preso la parola le autorità locali: il sen. Lautenberg si è soffermato sulla sua esperienza personale durante la seconda guerra mondiale, ricordando ai presenti di aver partecipato al corpo di spedizione alleato per la liberazione d'Italia.

Il congressman Pascrell ha ricordato i molti americani di origine italiana che hanno contribuito alla crescita degli Stati Uniti e in particolare si è soffermato con ammirazione sulla recente visita negli USA del nostro Capo dello Stato italiano, Giorgio Napolitano.

Il sindaco Booker ha voluto ricordare le radici culturali di Newark che si nutrono del contributo innegabile della presenza italiana.

Si è poi proceduto alla consegna di due onorificenze: la prima, l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, è stata attribuita al Sig. Alberto Zamperla, presidente dell'omonima azienda del New Jersey operante nel settore dell'allestimento di parchi divertimento, e protagonista di recente dell'opera di "restyling" delle attrazioni dello storico Luna Park di Coney Island, che ha da qualche giorno aperto i battenti.

La seconda onorificenza di Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana è stata consegnata a Giacomo Di Piazza, titolare della Leonard Novelty Bakery, impresa dolciaria molto conosciuta all'interno della locale comunità di origine.

Il console in chiusura ha ricordato che le celebrazioni per la Festa della Repubblica si concluderanno il 5 giugno (ieri per chi legge) con un concerto della Greater Princeton Youth Orchestra, sotto gli auspici del Consolato di Newark e dell'Istituto Italiano di Cultura di New York, presso il campus dell'ateneo, con il quale si darà anche il via ufficiale alle manifestazioni in New Jersey per celebrare l'anniversario dei raggiunti centocinquant'anni dell'Unità d'Italia.

Il palinsesto di oggi