Dagli USA

Veterans Day. New York onora i militari

12-11-2010


L'AMERICA ha pagato ieri il suo tributo agli uomini e alle donne delle forze armate. E così anche New York. Decine di migliaia di persone hanno marciato lungo la Fifth Avenue per onorare quanti stanno prestando servizio militare in Iraq e Afghanistan e, assieme a loro, anche quanti hanno indossato l'uniforme nella Seconda guerra mondiale, in Corea e Vietnam.

La cerimonia della 91esima Veterans Day Parade si è snodata dalla 26esima Street alla 56esima Street, seguendo un solo motto: "Freedon isn't free (La libertà non è libera)".

Il governatore di New York, David Paterson, e il sindaco Michael Bloomberg, erano presenti all'apertura della cerimonia, che si è tenuta all'Eternal Light Monument di Madison Square Park, per poi proseguire la marcia lungo la Fifth Avenue.

Paterson ha dichiarato che i soldati di ritorno dalla guerra in Iraq e Afghanistan oggi sono meglio trattati dalla comunità civile rispetto ai reduci del Vietnam.

"Qualsiasi sia la percezione riguardo alla guerra, non trattiamo mai abbastanza bene i veterani - ha detto - Il governo non  ha garantito loro i servizi necessari, nè il rispetto e la dignità necessarie".

Mentre il sindaco Bloomberg ha così commentato: ‘Nessuna città rende grazie tanto quanto New York ai suoi veterani. E per questo abbiamo un obbligo speciale di onorare ancor di più i soldati che con tanto sacrificio ci difendono".

La parata è stata definita dal U.S. Army Sgt. 1st Class Edwin Gonzalez, un'esperienza indimenticabile. "Queste persone -ha commentato- hanno decisamente pagato un prezzo. Il sacrificio ultimo per la nostra nazione. E anche per coloro che stanno compiendo il loro servizio in questo momento".

Marie DeVito, di Staten Island, ha dichiarato di aver notato un calore crescente e di supporto ai militari. "Penso che dopo l'11 settembre e la lotta al terrorismo la gente sia più vicina alle nostre forze armate. E io penso, lo penso veramente, che siano in molti ad apprezzare il loro sacrificio".

Inoltre, per il secondo anno consecutivo, sono stati raccolti "Kisses for the Troops" a Times Square.

L'iniziativa, promossa dalla United Service Organizations, ha chiesto alla gente di mettersi il miglior rossetto rosso e lasciare un bacio su una cartolina che sarà inviata ai soldati in Iraq e Afghanistan in tempo per Capodanno.

Gli sponsor, Maybelline Cosmetics e la rivista Cosmopolitan, doneranno un dollaro per ogni bacio raccolto. "Questa è un'espressione della gratitudine dell'America per le nostre truppe e le loro famiglie che prestano servizio per noi", ha affermato Brian Whiting, presidente e chief executive officer della Uso del Metropolitan di New York.

 

 

 

 

Il palinsesto di oggi