La comunità

Sal Palmeri parla del Festival della Canzone Italiana di New York

di Francesco D'Amico

26-04-2011


 

E' ripartita la macchina organizzativa del Festival della Canzone Italiana di New York. La manifestazione, che quest'anno è arrivata alla sua quarta edizione, prevede come di consueto, l'esibizione di artisti statunitensi e internazionali con canzoni inedite in lingua italiana.

Sal Palmeri, ideatore del Festival e Direttore Artistico dell'Associazione Culturale di New York, ci spiega che con ogni nuova edizione, il Festival cresce e diventa sempre più maturo. «Dopo il grande successo dell'anno scorso della Kermesse, ripresa anche dalle telecamere di Rai International - dice Palmeri - l'interesse è cresciuto ulteriormente, mettendo in vetrina l'ottimo lavoro fin qui svolto. Abbiamo avuto richieste di collaborazione da diverse parti d'Italia che hanno confermato la nostra manifestazione come ottimo trampolino di lancio per gli artisti in gara».

«Anche quest'anno - dichiara Sal Palmeri - il primo classificato tra i cantanti statunitensi volerà in Italia a partecipare al Festival di Genova "Una Canzone per Volare" organizzato da Gino Borrelli, e non sono esclusi premi anche per i cantanti che si piazzeranno nelle posizioni successive».

L'edizione 2010 si era chiusa con la vittoria dell'italo-tedesco Ricardo Marinello, seguito da Federico Martello da Bergamo ed al terzo posto, Angelo Venuto (che essendo il primo in graduatoria dei locali si guadagnò, assieme a Ricardo Marinello, il viaggio in Italia per partecipare al Festival di Genova 2011). Quarto classificato, Joe Nastasi e quinta Marivana.

«Anche quest'anno - aggiunge Sal Palmeri - si è pensato di dare nuovamente la possibilità di prendere parte alla manifestazione anche a cantanti sprovvisti di un  brano inedito (condizione essenziale per partecipare, ndr.), gli artisti infatti, potranno farne richiesta all'Associazione, che provvederà a metterli in contatto con alcuni autori».

 «Le canzoni lanciate al nostro Festival - ha commentato il Chairman dell'Associazione, Tony Di Piazza - non hanno nulla da invidiare a quelle di Sanremo».

«Non posso che essere d'accordo con quanto dichiarato dal Chairman - ha aggiunto il Presidente Tony Mulé - tutto ciò è la prova che il sentimento d'italianità viene rafforzato da queste belle manifestazioni».

«La differenza sostanziale tra il nostro Festival e le altre manifestazioni canore - ha dichiarato il Vice Chairman dell'Associazione Joseph Meccariello - è l'aver puntato sulla presentazione delle canzoni inedite, unico modo per aiutare i nuovi cantanti ad emergere».

La serata finale del Festival è in programma per il 25 Settembre 2011, al "Christ The King Center " di Middle Village, New York. Per iscrizioni e per ulteriori informazioni si può contattare Sal Palmeri al 718-457-5472, Tony Di Piazza al 718-821-3582, Tony Mulé al 718-366-9577 oppure sul gruppo Facebook "Festival della Canzone Italiana di New York" dove sono contenuti il modulo e il regolamento per partecipare.

Il termine ultimo per iscriversi è il 30 giugno 2

Il palinsesto di oggi