L'Articolo

Cosmos Copa. Il team Italia si qualifica

di Alessandro Zoppi e Francesco Mercurio

21-06-2011


NEW YORK. Un combattivo e mai domo Team Italia accede alla Cosmos Copa (il campionato del mondo delle nazionali etniche di New York aperto a professionisti) dopo una giornata di passione che l’ha visto sconfitto pesantemente nell’incontro d’esordio delle qualificazioni, ma vittorioso nella partita decisiva.

I giocatori di Angiolucci e del suo vice Gaetano Messina, impegnati sui campi dello Staten Island College, sono stati bravi a riprendersi dopo il difficoltoso inizio che li ha visti opporsi all’impegnativa rappresentativa della Colombia.

I sudamericani, giocando un calcio veloce, duro fisicamente e dalle buone geometrie, si sono imposti per 4-0 sugli azzurri che hanno sofferto particolarmente le incursioni centro - area degli attaccanti avversari tanto che dopo un quarto d’ora di gioco, il risultato era già fissato sul 2-0.

Il Team Italia, privo di alcuni titolari disponibili invece nella successiva partita, pur in difficoltà ha avuto l’opportunità di riaprire l’incontro grazie al rigore fischiato per fallo di mano in area colombiana. Peccato che Giacobbone fallisse il 2-1 facendosi ipnotizzare dall’estremo avversario che riusciva a respingere il tiro dal dischetto.

Col penalty, per il club italiano si è spenta la luce e nel secondo tempo, la Colombia è riuscita a dilagare approfittando degli spazi lasciati dagli azzurri.

I giocatori di Angiolucci si sono ricompattati nel match decisivo, quello con il Portogallo che, dopo aver perso a sua volta per 2-1 contro la formazione colombiana, era costretto, come gli azzurri, a vincere per ottenere la qualificazione. Gli innesti a centrocampo di Jeff Matteo e Mattia Damiani più quello in porta di Chad Calderone, assieme al “folletto” Furio Giraldi in attacco, hanno dato più sostanza alla squadra azzurra che, contro i lusitani, è apparsa trasformata. Il club italiano passava in vantaggio con il pratese Giraldi, abile ad approfittare di un errato disimpegno dei lusitani e ad infilare il portiere con un rasoterra preciso ed imparabile.

Il Portogallo pareggiava al 20' sugli sviluppi di un calcio di punizione che vedeva svettare di testa gli attaccanti avversari. Qui erano bravi gli azzurri a non disunirsi tanto da piazzare il gol del 2-1 prima del riposo; l’autore del raddoppio era Ciotti, bravissimo ad infilare in diagonale il portiere con un rasoterra.

Nella ripresa, il tema della partita non cambiava, Team Italia in controllo della partita mentre il Portogallo si affidava alle ripartenze che invece di portare al pareggio prestavano però il fianco agli attacchi degli azzurri che con Ferrara fissavano il risultato definitivo sul 3-1.

Esaurita la pratica delle eliminatoria, il destino del Team Italia (giovedì il sorteggio), si deciderà il 9 luglio prossimo quando tornerà in campo, questa volta a Flushing Meadows, per il torneo vero e proprio.

 

NEW YORK. Un combattivo e mai domo Team Italia accede alla Cosmos Copa (il campionato del mondo delle nazionali etniche di New York aperto a professionisti) dopo una giornata di passione che l'ha visto sconfitto pesantemente nell'incontro d'esordio delle qualificazioni, ma vittorioso nella partita decisiva.

I giocatori di Angiolucci e del suo vice Gaetano Messina, impegnati sui campi dello Staten Island College, sono stati bravi a riprendersi dopo il difficoltoso inizio che li ha visti opporsi all'impegnativa rappresentativa della Colombia.

I sudamericani, giocando un calcio veloce, duro fisicamente e dalle buone geometrie, si sono imposti per 4-0 sugli azzurri che hanno sofferto particolarmente le incursioni centro - area degli attaccanti avversari tanto che dopo un quarto d'ora di gioco, il risultato era già fissato sul 2-0.

Il Team Italia, privo di alcuni titolari disponibili invece nella successiva partita, pur in difficoltà ha avuto l'opportunità di riaprire l'incontro grazie al rigore fischiato per fallo di mano in area colombiana. Peccato che Giacobbone fallisse il 2-1 facendosi ipnotizzare dall'estremo avversario che riusciva a respingere il tiro dal dischetto.

Col penalty, per il club italiano si è spenta la luce e nel secondo tempo, la Colombia è riuscita a dilagare approfittando degli spazi lasciati dagli azzurri.

I giocatori di Angiolucci si sono ricompattati nel match decisivo, quello con il Portogallo che, dopo aver perso a sua volta per 2-1 contro la formazione colombiana, era costretto, come gli azzurri, a vincere per ottenere la qualificazione. Gli innesti a centrocampo di Jeff Matteo e Mattia Damiani più quello in porta di Chad Calderone, assieme al "folletto" Furio Giraldi in attacco, hanno dato più sostanza alla squadra azzurra che, contro i lusitani, è apparsa trasformata. Il club italiano passava in vantaggio con il pratese Giraldi, abile ad approfittare di un errato disimpegno dei lusitani e ad infilare il portiere con un rasoterra preciso ed imparabile.

Il Portogallo pareggiava al 20' sugli sviluppi di un calcio di punizione che vedeva svettare di testa gli attaccanti avversari. Qui erano bravi gli azzurri a non disunirsi tanto da piazzare il gol del 2-1 prima del riposo; l'autore del raddoppio era Ciotti, bravissimo ad infilare in diagonale il portiere con un rasoterra.

Nella ripresa, il tema della partita non cambiava, Team Italia in controllo della partita mentre il Portogallo si affidava alle ripartenze che invece di portare al pareggio prestavano però il fianco agli attacchi degli azzurri che con Ferrara fissavano il risultato definitivo sul 3-1.

Esaurita la pratica delle eliminatoria, il destino del Team Italia (giovedì il sorteggio), si deciderà il 9 luglio prossimo quando tornerà in campo, questa volta a Flushing Meadows, per il torneo vero e proprio.

Il palinsesto di oggi