L'Articolo

Calcio. Juve. Allegri si affida

18-10-2014

TORINO. Allegri non vuole più sentire parlare di Juve-Roma. Avrebbe forse replicato al collega Garcia, che dalla Capitale ha mandato altre bordate, ma il tecnico giallorosso ha parlato dopo e l'eventuale risposta è stata impossibile. "Sono passati ormai 15 giorni da Juve-Roma, domani fortunatamente si ricomincia a giocare", ha detto Allegri, quasi con un senso di liberazione.

Ora si ricomincia, riparte la corsa allo scudetto da parte delle due favorite e il tecnico bianconero vuole pensare soltanto a giocare. "Quello che è stato detto fa parte del gioco - spiega -, credo anche che sia il momento di chiudere, perché fortunatamente domani riprendiamo il campionato". E la partita con il Sassuolo apre un ciclo importante che condurrà alla prossima sosta per le qualificazioni europee di metà novembre. "Abbiamo davanti un mese difficile e fondamentale - sottolinea Allegri -: per il campionato sarà un mese molto importante ma non decisivo, mentre per la Champions League le due partite con l'Olympiacos saranno determinanti per il passaggio del turno".

Obiettivo bianconero: dare continuità alle sei vittorie consecutive nelle prime sei giornate. "Non vincere domani sera sarebbe come buttare a mare la vittoria contro la Roma" ammonisce Allegri. "Non mi aspetto cali dei giallorossi, sono un'ottima squadra e l'ha dimostrato l'anno scorso come quest'anno. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, difficilmente la Roma perderà punti per strada".

L'allenatore juventino torna al Mapei Stadium dove lo scorso anno terminò di fatto la sua avventura alla guida del Milan: "Sassuolo ha fatto parte della mia carriera di allenatore, ho vissuto cose belle e altre meno belle. La squadra di Di Francesco ha tutte le caratteristiche per salvarsi e rimanere in serie A".

Allegri, che ha detto di aver ritrovato tutti i nazionali "in buone condizioni", darà un turno di riposo a Vidal. Nessun caso per il cileno, semplicemente la necessità di farlo allenare per recuperare al meglio la condizione. "Ho parlato con il ragazzo e lo staff: dopo aver giocato due partite da 90 minuti in nazionale ha bisogno di lavorare. Arturo è tornato ieri, in ritardo ma non per colpa sua, e si è allenato. Visto che mercoledì abbiamo una partita molto importante ad Atene preferisco lasciarlo a Torino a lavorare".

Le scelte del tecnico saranno obbligate in difesa, dove a disposizione c'è soltanto il trio Ogbonna-Bonucci-Chiellini, mentre a centrocampo possibile che il posto di Vidal vada a Pereyra con un turno di riposo a uno tra Pirlo, Marchisio e Pogba. In avanti, dice Allegri, "è probabile che la coppia sia Tevez-Llorente. Nonostante non abbia ancora segnato, Fernando fino a questo momento ha lavorato molto bene con la squadra; gli manca solamente il gol che magari potrà trovare domani".

SASSUOLO

È a secco di gol in casa da 228': l'ultima rete fu di Zaza al 42' di Sassuolo-Cagliari 1-1 del 31 agosto scorso.

 

Il palinsesto di oggi