Cultura

Prima blindata al Metropolitan per la "Morte di Klinghoffer"

21-10-2014

 

NEW YORK. Tra proteste e applausi è andata in scena lunedì al Metropolitan Opera di New York la controversa opera ‘Morte di Klinghoffer' di John Adams. Una prima ‘sofferta' per il teatro newyorkese e blindata da poliziotti dentro e fuori il Lincoln Center e che tuttavia ha visto la sua nuova produzione accolta con una standing ovation finale.

‘The show must go on' ed infatti è andato avanti nonostante qualche fischio sparso e uno spettatore che più volte ha gridato "l'assassinio di Klinghoffer non dovrà mai essere perdonato".

‘Morte di Klinghoffer', messa in scena per la prima volta a Bruxelles nel 1991, racconta la storia del sequestro nel 1985 della nave da crociera Achille Lauro e l'assassinio da parte dei terroristi palestinesi di un passeggero ebreo in carrozzella, Leon Klinghoffer. Mai al Met si era vista una reazione tanto violenta per una sua produzione. "Come molti ebrei qui - ha detto all'Ansa Stanley Dacher, 82 anni - molti membri della mia famiglia sono stati sterminati nei campi di concentramento. Visto che ora l'antisemitismo sta prendendo sempre più piede, non possiamo permettere che quest'opera infiammi ulteriormente gli animi". Il coro di proteste contro un'opera definita appunto antisemita oltre che un'apologia del terrorismo si era fatto sentire già prima dell'estate, quando fu chiesto al general manager Peter Gelb di toglierla dal calendario.

"Klinghoffer non è né antisemita né è un'apologia del terrorismo - aveva risposto Gelb in un comunicato ufficiale - e il Met non cederà alle pressioni". Tuttavia ha cercato il compromesso cancellandone la trasmissione sia via radio che in mondovisione con la serie ‘Live Hd'Lunedì invece si è raggiunto il clou quando un corteo di oltre cento carrozzelle è arrivato al Lincoln Center per contestare l'opera. Tra i contestatori, uno dei quali è stato arrestato, anche l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani. "Il Met - ha detto ad una folla di oltre 400 persone - ha il diritto di presentare l'opera, così come vuole il Primo Emendamento, così come noi abbiamo il diritto di opporci". Giuliani, tra l'altro un appassionato di opera, ha anche detto di aver apprezzato la partitura, ma a suo giudizio il libretto è "inaccurato ed estremamente dannoso". "Sostiene il terrorismo", ha commentato. Non è dello stesso avviso il sindaco in carica Bill de Blasio che, criticando la partecipazione di Giuliani alle proteste, ha fatto notare: "Questa è la maniera americana".

Nel libretto informativo dell'opera, il Met ha incluso anche un messaggio da parte delle figlie di Klinghoffer, Lisa e Ilsa. "Sosteniamo da sempre le arti - hanno scritto - e riteniamo che il teatro e la musica abbiano un ruolo critico nella comprensione di importanti eventi nel mondo. Non è questo ciò che fa ‘Morte di Klinghoffer'... Legittima l'uccisione da parte di terroristi di nostro padre".

 

 

Il palinsesto di oggi