La città

Aereo fuori pista al LaGuardia

Di Riccardo Chioni

06-03-2015

Di record questo gelido inverno ne ha accumulati parecchi, come l'abbondante nevicata di ieri, la terza che ha imbiancato l'area metropolitana nel giro degli ultimi quattro giorni, a cui nella nottata con il tonfo subito dalla colonnina di mercurio si è aggiunto il ghiaccio che ha causato gravi problemi al traffico automobilistico, dei treni e aerei.

 

Di record questo gelido inverno ne ha accumulati parecchi, come l'abbondante nevicata di ieri, la terza che ha imbiancato l'area metropolitana nel giro degli ultimi quattro giorni, a cui nella nottata con il tonfo subito dalla colonnina di mercurio si è aggiunto il ghiaccio che ha causato gravi problemi al traffico automobilistico, dei treni e aerei.

In mattinata si sono registrati momenti di paura all'aeroporto La Guardia quando il velivolo MD-80 del volo Delta 1086 Atlanta-New York poco dopo le 11 è uscito fuori pista durante la manovra di atterraggio, a metà percorso è uscito di pista virando verso la baia di Flushing.

Lo ha trattenuto il muro di protezione parallelo alla pista 13 su cui è installata una rete metallica che ha contribuito a frenare la corsa del velivolo, a pochi passi dall'acqua.

Il personale di soccorso ha fatto evacuare gli oltre 120 passeggeri attraverso le uscite di sicurezza, senza tuttavia avere adoperato gli scivoli che in genere si gonfiano durante situazioni di emergenza. Per fortuna non si sono registrate vittime, anche se 24 passeggeri sono stati trasportati agli ospedali della zona per contusioni e ferite di poco conto.

I tecnici hanno verificato che dal velivolo fuorusciva carburante, mentre si poteva notare la parte finale di un'ala del MD-80, inspiegabilmente in frantumi.

L'agenzia Port Authority che gestisce l'areoporto La Guardia ieri pomeriggio in conferenza stampa ha riferito assai poco sulle probabili cause dell'incidente.

I responsabili dell'agenzia hanno fatto osservare che 5 minuti prima la pista era stata sgombrata dalla neve e che i piloti dei voli che hanno preceduto il volo Atlanta-New York uscito di pista non hanno segnalato problemi durante la fase di atterraggio.

Sarà quindi l'inchiesta avviata dall'agenzia federale National Transportation Safety Board a determinare la causa dell'uscita di pista del velivolo che ha richiesto la chiusura temporanea per alcune ore dell'intero apparato aeroportuale.

La tempesta di neve ha provocato disagi anche al traffico veicolare sulle maggiori arterie di New York e New Jersey dove ad un certo punto la circolazione era diventata problematica a causa di una fitta nebbia che impediva la vista anche a poca distanza.

L'intensa nevicata non ha risparmiato neanche le linee ferroviarie che hanno subito cancellazioni e ritardi, in particolare sulla tratta New York-Washington dei treni veloci Acela che fino al pomeriggio avevano sospeso il servizio, per riprenderlo accumulando notevoli ritardi.

Anche il servizio di bus pubblici ha subito lo stop durante la prima parte della giornata sia a New York che in New Jersey a causa del manto stradale viscido, ripreso poi con corse saltuarie e imprevedibili.

A metà giornata nella parte centrale dello Stato Giardino è caduto un pollice di neve all'ora, rendendo quasi inutile il lavoro degli spazzaneve sulle strade e lo sforzo di chi cercava di crearsi un passaggio di fronte a casa o al garage.

I messaggi fatti circolare ieri dalla State Police in New Jersey sembravano piuttosto bollettini di guerra per il numero degli incidenti e le atroci condizioni che gli automobilisti hanno dovuto affrontare in serata sul cammino del rientro a casa al termine del lavoro.

E anche se la precipitazione nevosa ha lasciato l'area metropolitana, il codazzo non è stato migliore, con le temperature polari che nella notte hanno favorito la formazione di ghiaccio: una pericolosa combinazione che - assicurano le autorità - resterà tale almeno per tutta la giornata odierna.

E a proposito di record, oltre a segnare quello della stagione più fredda dal 1934, i metereologi stimano che il totale della neve caduta a New York nel corso di questo inverno raggiungerà 50 pollici, un buon 60 per cento in più rispetto alla norma.

 

Il palinsesto di oggi