I consigli di Laura

Le chiedono in prestito gli occhiali da vista per leggere il menù, rifiuta si offendono...

08-10-2015

 

Cara Laura,

sono una donna di 35 anni e sono molto miope. Lavoro in un ristorante e il mio problema è che spesso, molto spesso, le persone mi chiedono di "prestare" loro i miei occhiali per leggere il menù in quanto hanno dimenticato i loro a casa. 

Inutile dirle che senza i miei occhiali sul naso mi sento persa. Dopo aver più volte esaudito questa loro richiesta ultimamente ho cominciato a rifiutarla dicendo che i miei sono occhiali "da prescrizione" e non "per leggere" per cui non li avrebbero aiutati molto. La risposta, al 90% è stata.... che sono rude...

Laura, perché le persone non capiscono la differenza fra occhiali per leggere e occhiali da prescrizione? Chi indossa occhiali per leggere normalmente li tiene appesi al collo, quelli da prescrizione sono ben piantati sul naso in quanto non se ne può fare a meno. Ebbene, nonostante ciò le persone si sentono offese al mio rifiuto, per fortuna il padrone del ristorante è dalla mia parte altrimenti, oltre a perdere la mancia correrei il rischio di perdere il lavoro...

Ha un'opinione in merito?

Francesca

Cara Francesca,

sono assolutamente dalla sua parte. E penso che sia poco appropriato chiedere in prestito gli occhiali da vista ad una persona. Ma c'è una soluzione che lei potrebbe proporre al padrone del ristorante, visto che capisce il suo problema. Ultimamente in molti ristoranti ho notato che, in casi come quello da lei descritto, in cui i clienti dimenticano gli occhiali a casa, viene subito offerto un paio di occhiali "per leggere" che, ho notato sono messi, all'entrata, accanto ai menù, insieme a delle lenti di ingrandimento. Un'ottima idea non crede? Considerando il fatto che questo gesto, mi risulta, viene molto gradito dai clienti e dà un tocco di classe in più al ristorante.

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

 

Il palinsesto di oggi