Cultura

Buon vino ed altri delitti: racconti gialli lungo le strade enologiche

14-12-2015

 

 

NEW YORK. Arriva in traduzione inglese su Amazon un e-book "Made in Italy" che racconta un'Italia affascinante, moderna e misteriosa attraverso la lente del noir e del vino. 

Uscito in Italia nel 2008 come "Delitti di vino", il libro arriva oltreoceano col titolo "Vines, Wines and Other Crimes". Si tratta di 14 racconti gialli di autori vari che hanno come filo conduttore il vino. 

Gli autori hanno affrontato il tema seguendo le proprie inclinazioni e il proprio stile, la raccolta quindi è varia ed eterogenea: ci sono azioni e spargimenti di sangue, storie più delicate con colpo di scena finale, intrighi e tocchi polizieschi.

Ognuna delle storie raccolte in "Vines, Wines and Other Crimes" apre una finestra su un diverso paesaggio italiano. Si passa dai vitigni abruzzesi alle colline del Monferrato, dalla città alla provincia, dal Barolo al Chianti, dall'Amarone al Montepulciano. 

Come il bouquet di profumi che definisce un buon vino, il bouquet di storie che compone questa antologia è a volte complesso e misterioso, altre solido e robusto, leggero e rinfrescante. Altri racconti sorprendono grazie ad un retrogusto inatteso: un amante abbandonato viaggia in luoghi esotici; un prete viene punito per i suoi peccati; tre criminali da strapazzo si trovano per le mani un tesoro; un giovane imprenditore viene torturato per la sua ambizione; uno scambio di messaggi tra famiglie mafiose attraverso l'Atlantico crea un bagno di sangue intercontinentale; un detective canadese viaggia in incognito nel Centritalia per scovare un piromane, mentre una strana donna trova le procedure di polizia un po' troppo stimolanti. 

Il risultato è una raccolta ricca di colpi di scena, brindisi disastrosi e degustazioni letali. Ce n'è per tutti i gusti, come per il vino.

Tra gli autori, ci sono scrittori esperti e noti giornalisti, tra i quali Nicoletta Vallorani, (Mondadori, Salani, Einaudi, e Marcos y Marcos, Gallimard, Troubadour Publishing) e Massimo Marcotullio (Piemme e traduzioni in spagnolo e tedesco), al momento impegnato nella stesura del quarto episodio della serie che vede come protagonista l'investigatore privato Beo Fulminazzi.

Il libro è a cura di Todaro Editore, casa editrice fondata a Lugano nell'agosto del 1996 e che per oltre dieci anni ha pubblicato libri di cultura gastronomica, miti e leggende, taccuini di viaggio, manuali semiseri e libri fotografici. Dal 1999 ha iniziato a stampare gialli, con ampio spazio per gli autori esordienti. 

L'intenzione del libro, e quella della sua traduzione inglese, è l'aver radunato un gruppo di autori affiatati che, un po' come commensali intorno a un tavolo, raccontano le proprie storie con spontanea vivacità e divertimento. Ugo Mazzotta, autore del racconto "Amaro Calice",commenta così l'avventura con la Todaro: "Non avendo mai fatto in vita mia lo scaricatore di porto, il buttafuori in un night di quart'ordine, l'agente della CIA o il contabile in un postribolo di Bangkok, ero consapevole di non possedere alcuno dei requisiti necessari a intraprendere la carriera di scrittore noir (possibilmente di successo). Ma siccome raramente faccio quello che sarebbe meglio fare, nel 2001 ho scritto il mio primo romanzo giallo, e dopo quello altri cinque. Qualcuno dirà che avrei fatto meglio a fare il contabile o il buttafuori (e magari ha anche ragione) ma così facendo non avrei mai conosciuto Veronica Todaro e Tecla, e sarebbe stato davvero un peccato".

Del gruppo di autori, due sono scomparsi di recente, rendendo il loro contributo all'antologia ancora più prezioso. Chi è rimasto, sta seguendo con interesse dall'Italia le fortune del libro in America. 

"Vines, Wines and Other Crimes" è disponibile come e-book su Amazon ed è un perfetto regalo made in Italy per un Natale noir.

Il palinsesto di oggi