I consigli di Laura

Gli manca la rubrica Lettere al Direttore

04-02-2016

 

 

Cara Laura,

e caro America Oggi, è da moltissimi anni che io vi leggo e l'ho sempre fatto con orgoglio perché mi appartiene tutto quello che scrivo.

Da quando giunsi qui in America, con esattezza nella Piccola Italia del Bronx e fino ad oggi, il giornale è sempre sulla mia piccola scrivania e finché vivrò qui America Oggi sarà sempre con me. Adesso vivo nel nord Westchester. 

Non sono qui per criticare il vostro giornale, ma povero in pagine America Oggi sembra un piccolo fantasma. Non c'è più la rubrica Lettere al direttore, non posso credere che i lettori non scrivono più al direttore. Io credo che quello spazio era un punto d'appoggio per noi lettori e anche per America Oggi. Come lo sono i consigli di Laura. Migliaia di donne comprano America Oggi solo per leggere i consigli di Laura. Le Lettere al Direttore avrebbero lo stesso impulso per il nostro giornale.

Si dice "perché chiedo l'elemosina ad un mendicante?" Perché lui è l'unico che mi può capire. Si dice anche, questo vale per  il quotidiano Repubblica che non c'è più, "Chi insegue sempre gli altri, non arriverà mai prima". America Oggi sta bene da solo e sarà sempre il primo giornale per noi italiani in America. 

Cordiali saluti a voi tutti di America Oggi e che il nuovo anno sia sempre migliore. 

Spero di vedermi pubblicato nella nuova serie di Lettere al Direttore o sulla rubrica I consigli di Laura. Grazie,

Nicola Ruvo

Caro Nicola,

ci rendiamo conto che la rubrica Lettere al Direttore abbia il suo peso sul giornale, ma purtroppo ultimamente le lettere con contenuto significativo sono state poche. Non è assolutamente nostra intenzione di non pubblicare la rubrica. Per quanto riguarda il numero delle pagine spero avrà già notato che stiamo facendo del  nostro meglio per aumentarle e dare così più notizie ai nostri lettori.

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

Il palinsesto di oggi