I consigli di Laura

Le figlie, dopo il "tradimento" della madre subiscono anche quello del padre...

10-02-2016

 

Cara Laura,

mi trovo in mezzo al mio divorzio causato da una mia relazione online  "impropria"  mentre ero sposata, da 22 anni. Dopo qualche giorno che mio marito ha scoperto tutto mi ha chiesto il divorzio. Le nostre due figlie, entrambe in età di università erano arrabbiatissime con me. Per ovvii motivi. Intanto mio marito dopo un paio di settimane ha iniziato ad uscire con una donna e mi ha chiesto di andare via da casa che ormai è diventato il loro punto di incontro. Anche se letteralmente siamo ancora sposati legalmente. Molte delle persone che conosco erano al corrente della sua relazione che a quanto sembra è iniziata mentre eravamo ancora sposati... E sembra che questa donna abbia già piani di matrimonio. Per quello che mi riguarda non è un problema ma le mie figlie si sono sentite tradite, per la seconda volta, e sono arrabbiate con il padre. Mi hanno detto che il mio comportamento è stato come un pugno improvviso sul loro volto e che quello del padre ha finito l'opera...

Loro si erano attaccate a lui ed era il simbolo della moralità ma oggi si sentono "usate" da lui... Dicono di odiarlo...

Laura, io vorrei che le mie figlie andassero da qualche terapista che le aiutasse a superare questo difficile momento ma essendo ormai "mature" non posso certo obbligarle. Cosa mi consigli?

Valeria

Cara Valeria,

devi cercare di convincere le tue figlie a vedere un terapista. Hanno bisogno di parlare con una persona estranea che faccia loro vedere le cose come stanno, in modo obiettivo. Purtroppo hanno imparato, nel peggiore dei modi, che nessuno è infallibile. Anche i gentori a volte si comportano in modo egoista e sono una delusione per i figli. Spero che il divorzio fra te e tuo marito sia pacifico e civile e che non crei altri danni alle vostre figlie.

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

Il palinsesto di oggi