I consigli di Laura

È sposato con la donna dei suoi sogni che ... dorme sempre Colpa dei turni notturni

23-02-2016

 

Cara Laura,

sono sposato con la donna dei miei sogni. Lei è la cosa più bella che potesse capitare nella mia vita. 

Entrambi lavoriamo nel campo medico. Lei è una infermiera del pronto soccorso e io sono un pompiere paramedico.

Per molti anni mia moglie ha lavorato nel turno di notte in un ospedale piuttosto distante da casa nostra, infatti si trova a più di un'ora. Il fatto che lavora di notte aggravato dalla distanza ci ha sempre impedito di trascorrere del tempo insieme. Ho cercato di convincerla trovare un lavoro più vicino casa così avremmo potuto vederci più spesso. Finalmente l'occasione si è presentata e adesso lavora, sempre di notte, nell'ospedale della città dove viviamo. Mi ha promesso che alla prima occasione che si presenterà di cambiare turno lei farà subito richiesta.

Ebbene, Laura, questa storia va avanti da oltre un anno e di occasioni di cambiare turno se ne sono presentate ma lei non ha mai fatto alcuna richiesta.  Di conseguenza continuo a trascorrere le mie giornate libere davanti alla televisione e lei... dormendo.

Come avrà capito non sono troppo felice di questa situazione e quello che mi rode di più è il fatto che ho accanto la donna dei miei sogni ma lei, quando potremmo essere insieme... sogna. Letteralmente. 

A lei, Laura, chedo un consiglio che possa aprirci nuovi orrizonti. Può aiutarmi?

Marco

Caro Marco,

credo sia giunto il momento di avere un'onesta conversazione con sua moglie e farsi spiegare il motivo per cui, nonostante ci siano state occasioni di cambiare turno, lei non abbia mai fatto la richiesta. La cosa mi impensierisce.  Forse il vostro problema non è nei turni diversi ma in qualcosa di più serio. Ma il problema potrà essere risolto solo se sarete onesti l'uno con l'altro. Insomma, sedetevi e parlate.

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il palinsesto di oggi