I consigli di Laura

E' la "nonna" del figlio di una cara amica di famiglia

01-04-2016

 

 

Cara Laura,

mio figlio è andato al college in un altro Stato dove ha incontrato una ragazza che non aveva nè famiglia o amici da queste parti. Era stata adottata quando era una baby e purtroppo le cose non sono andate bene, non andava d'accordo con la famiglia adottiva per cui è andata via da casa. 

Dopo la laurea, quando mio figlio è ritornato a casa, si è presentato con questa ragazza con la quale, nel frattempo, si era fidanzato. O "engaged" per dirla all'americana, il che vuol dire con piani di nozze. Ci siamo accorti subito che si trattava di una brava ragazza e noi tutti in famiglia l'abbiamo accolta a braccia aperte sia nella nostra casa che nel nostro cuore. 

Purtroppo le cose non vanno sempre secondo i piani e i due ragazzi si sono lasciati. Pur restando amici. Lei non aveva nessun posto dove andare ed essendo molto legata anche alle nostre figlie è rimasta a vivere con noi. Questo è successo due anni fa. Nel frattempo la ragazza ha incontrato un uomo, si sono sposati e un mese fa ha dato alla luce un bellissimo bambino e quando parla di me si riferisce come se fossi la nonna del bambino. E la cosa mi riempie di gioia. D'altronde ho già due altri nipotini.

E andiamo al mio problemino. Quando qualcuno mi incontra con il bambino e mi chiedono chi sia, io rispondo "mio nipote" ma alla domanda chi dei miei figli sia il genitore mi trovo davanti ad una lunga spiegazione che non sempre ho voglia di dare. 

Laura, ha un suggerimento su come rispondere a questa domanda brevemente? Gliene sarei molto grata. Con affetto,

Giulia

Cara Giulia,

fossi in lei risponderei che "non c'è alcun legame di sangue e che il bambino è figlio di una ragazza amica di famiglia che per lei è come se fosse una figlia". Semplice e breve. Che gliene pare?

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648     

Il palinsesto di oggi