I consigli di Laura

Si vive meglio in Italia o in America?

19-04-2016

 

Cara Laura,

da decine di anni andiamo in Italia ogni due anni e per tutto il tempo abbiamo subito parole offensive contro l'America. Quasi sempre la frase era la stessa: "Ah! Vedete come si sta bene qui? Non è più come una volta. Che ci state a fare là? Qui è l'America e non dove abitate voi...".

Noi abbiamo sempre risposto: "Ne siamo contenti e tanti auguri... ci fa piacere pensare che noi stiamo bene e voi pure, grazie a Dio". Negli ultimi anni, però, non sentiamo più la frase alla quale eravamo abituati, ma solo lamentele: "Oh qui è triste... qui non si può più andare avanti... c'è gente che si ammazza... rubano nelle case e tutti abbiamo paura...".

Come vede, un cambiamento forte. Sono passati da "qui è l'America" alla canzone di Renato Carosonoe: "Tu vuo' fa l'americano, ‘mericano, ‘mericano... siente a me chi t'ho fa fa'? Tu vuo' vivere alla moda ma se bevi whisky e soda, po' te sente' disturba'. Ma si nato in Italy! Siente amme' non ce sta' niente a ‘ffa, okey napulitan!). Grazie e buon lavoro. Cordiali saluti,

Amelia e Donato

Cari amici,

grazie per la "rinfrescatina" sui versi della canzone di Carosone. Detto ciò, lasci che le dia la mia modesta opinione: Italia, America e via di seguito, oggi, purtroppo, non si sta bene da nessuna parte...

 

Cara Laura,

sono Felice Catapano, sicuramente si ricorda di me. Insegno il Tai Chi a Brooklyn, YMCA. Le sto scrivendo perchè molti miei amici mi hanno detto di non aver letto il mio telefono quando lei lo ha pubblicato. Potrebbe, gentilmente, ripubblicarlo? Questo il numero: 917-435-5060. Distinti saluti,

Felice Catapano

Caro Felice,

senz'altro. Ogni qualvolta avrò un po' di spazio  sulla rubrica, lo farò. E non sarà difficile  in quanto un numero di telefono ne ha bisogno di poco. Ricambio i saluti.

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648     

 

Il palinsesto di oggi