I consigli di Laura

Discussioni su come far sedere gli invitati delle rispettive famiglie in chiesa

28-04-2016

 

 

Cara Laura,

fra qualche mese mi sposerò e io e mia madre non riusciamo a metterci d'accordo su una questione che riguarda dove far sedere gli invitati delle rispettive famiglie. 

Mia madre insiste che bisogna far sedere la famiglia del mio fidanzato da un lato e la nostra dall'altra. Cosa che so è in voga da sempre. Ma il mio problema è che noi abbiamo 100 invitati e dalla sua parte soltanto 30 e non vorrei metterlo in imbarazzo. Inoltre io penso che un matrimonio sia l'occasione di "unione" e non di separazione per cui trovo più logico che tutti siedano insieme, anche per familizzare. Il mio fidanzato mi ha detto di non preoccuparmi in quanto lui non ha alcun problema in merito ma ciò non toglie che io trovi la mia idea migliore di quella di mia mamma. Ma lei pagherà metà delle spese per cui ha il diritto di dire la sua. E siccome è una grandissima sua ammiratrice ha proposto che io le chiedessi una sua opinione in merito e promettendo che qualsiasi fosse la sua decisione lei farà di tutto per seguirla.

Detto ciò, pendiamo dalle sue labbra. Spero di avere una sua risposta al più presto. Grazie infinite,

Simona

Cara Simona,

sono d'accordo con lei. Quella di sedere le famiglie ai lati opposti della chiesa è la consuetidune,  ma è pur un'usanza vecchia e oggi le regole, come in tutti i campi, sono cambiate e ognuno segue le proprie necessità e  la differenza numerica degli invitati, cento contro trenta non mi sembra per niente trascurabile per cui occorre un intervento per renderla meno ovvia. Questo compito tocca alla persona incaricata a far sedere la gente che potrà gestire la situazione accompagnando i membri di entrambe le famiglie ai due lati della chiesa, senza preoccuparsi chi ha invitato chi. Mi sembra la soluzione più appropriata, oltre che logica. Auguri agli sposi!

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

Il palinsesto di oggi