La comunità

Buddy, "dolce" ritorno a Molfetta

di Domenico Di Castaldo

30-05-2016

 

Il Re delle Torte, the Cake Boss, Buddy e, sua moglie, Lisa, per la prima volta sono stati in visita ufficiale a Molfetta, città di origine di Lisa, ed hanno preso parte ad un incontro, loro dedicato, nella splendida struttura del Museo Diocesano.   

È stato un bagno di folla. I due, per volere di "nonno Franco", hanno compiuto una sorta di viaggio del cuore alla ricerca delle proprie radici, lasciando in "mani sicure" i 4 figli,affidati a Gloria, mamma di Lisa. Prima della tappa molfettese i due sono stati ad Altamura, di cui è originaria la mamma di Buddy.  L'evento, perchè di questo si è trattato, è stato promosso e fortemente voluto da Roberto Pansini, Presidente dell'Associazione Oll Muvi, quelli di "I Love Molfetta", che ha conosciuto Buddy e Lisa negli Stati Uniti. Proprio nella pasticceria di Hoboken, Carlo's bakery su Washington Street (quella di Buddy e Lisa), ben due torte sono state realizzate per "I love Molfetta".

L'incontro è stato moderato dalla giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, Lucrezia D'Ambrosio, presenti il Vescovo S.E. Mons. Cornacchia (pure lui originario di Altamura), Mons. Giuseppe De Candia, per l'ufficio Diocesano Migrantes, per l'occasione presente anche l'interprete Marianna Petruzzella, anni fa ha lavorato nella pasticceria di Cake Boss, hanno partecipato autorità civili e militari, importante è stato il servizio d'ordine per controllare l'affluenza della gente. 

Ad abbracciare Lisa, i cui genitori, Mauro e Gloria Belgiovine, sono entrambi di Molfetta, c'erano non solo tutti i loro parenti molfettesi, ma la città intera, numerosissimi i fan di Buddy Valastro, famosissimo per la sua trasmissione su Real Time: "the Cake Boss". 

All'ingresso delle "star" nell'Auditorium applausi e urla di gioia, selfie e scatti fotografici a ripetizione. Dopo il benvenuto è stato proiettato un breve video, realizzato da Lorenzo de Gennaro per l'occasione, ha creato forti emozioni perchè vi erano foto della loro famiglia, dei loro genitori e dei figli. Nel suo intervento Buddy, ha ribadito il legame con Molfetta, il fatto che Hoboken rappresenta una Molfetta in miniatura, ha esaltato le qualità dei molfettesi, grandi lavoratori, molti dei quali hanno fatto fortuna in America. 

Ha scherzato sulla sua conoscenza del dialetto molfettese, dicendosi onorato di essere a Molfetta e di essere stato accolto in modo così caloroso. Non ha mai dimenticato le sue radici, da dove è partito e i sacrifici fatti. Quello che si vede in tv, ha continuato, è tutto vero; nella pasticceria si è creata una grande famiglia e, per lui, la famiglia è in cima a tutti i valori. 

Buddy Valastro, il Boss delle torte, a Molfetta era veramente emozionato e molto felice di questo incontro caloroso denso di cordialità. Se Buddy ha avuto bisogno dell'interprete, sua moglie Lisa Belgiovine, ha invece ringraziato in lingua italiana, ricordando come siano sempre impegnati nel lavoro, e che non è stato facile lasciare i piccoli a casa con la nonna Gloria. Non poteva mancare l'augurio speciale del Vescovo che ha donato alla coppia un rosario avuto da Papa Francesco, augurando loro ogni bene per la famiglia e l'attività.   

L'intervento di Mons. Giuseppe de Candia ha riportato indietro nel tempo quando Hoboken era una città "difficile da vivere", negli anni '60 vi erano presenti circa 20mila molfettesi emigrati. Oggi Hoboken è la "città gioiello" del New Jersey, vivono tanti giovani manager. Quest'anno si festeggia l'anniversario dei 90 anni dell' Hoboken Italian Festival, la festa della Madonna dei Martiri negli USA. 

Ai due illustri ospiti è stata fatto dono di una targa realizzata dall'Associazione "Oll Muvi", quelli di "I Love Molfetta", e l'associazione Molfettesi nel Mondo con la seguente frase: A Buddy e Lisa, orgoglio della Terra di Bari, ambasciatori del gusto e della creatività nel mondo, esempio per i giovani che investono negli affetti, nella famiglia, nei loro sogni senza mai rinnegare le proprie origini: "To Buddy and Lisa, Barìs pride and joy, ambassadors of good taste and creativity in the world, an example for youg people who invest in their affections, in their family and in their dreams without renouncing their origins".   

La cerimonia si è conclusa con una serie di regali per la coppia, tanta la generosità dei molfettesi, da parte del Luogotenente Giuseppe Malerba, che lo aveva incontrato nel suo viaggio negli Stati Uniti; del maresciallo Luigi Armenio, da parte del Comando di Polizia Municipale, dell'artista Giulio Giancaspro, dalle piccole fan Francesca e Zoe un libro "Saluti da Molfetta", una targa realizzata in legno con il brand Cake Boss, ideata da Giancarlo Centrone, dello Studio Creative, e ancora un libro del Duomo di Molfetta di Girolamo Panunzio, e molti altri regali.  Entrambi Lisa e Buddy hanno voluto fotografarsi con tutti i loro fan, restando per ben un'ora abbondante e firmando mille autografi, un bel gesto di umiltà e rispetto verso i loro fan accorsi dalle prima ore della mattinata per conoscerli personalmente. 

"Promettiamo di tornare a Molfetta per stare qualche giorno in più. Ma lo faremo con i nostri bambini perchè vogliamo far conoscere loro questa terra". Ha detto Buddy.  E Lisa ha confermato: "I Love Molfetta". 

Il palinsesto di oggi