La politica

Renzi: tasse giù, bonus di 80 euro a 200mila in più

02-06-2016

"Abbiamo abbassato le tasse più degli altri anche perchè non era difficile superare i miei predecessori. La storia che abbiamo chiesto indietro 80 euro è falsa: 1,4 mln hanno guadagnato oltre le soglie e quindi devono restituirli, ma 1,6 mln hanno preso meno della soglia e avranno gli 80 euro, quindi 200mila in più hanno preso gli 80 euro". Così Matteo Renzi, a Virus, nega che il governo abbia ritirato il bonus degli 80 euro

"Han detto che stiamo epurando tutti... Sono tre puntate che non ci invitano a Ballarò: siamo i primi che epurano senza essere invitati". Lo ha detto Matteo Renzi nel suo intervento all'iniziativa elettorale con Roberto Giachetti all'Auditorium della Conciliazione di Roma

"Ci sentiamo dire onestà da gente che governa in 17 comuni su ottomila e ha casini nella metà dei comuni. Dicono onestà, ma iniziassero a fare trasparenza, iniziassero a mettere fuori i bilanci e dire che il simbolo non appartiene al nipote del fondatore". Lo ha detto Matteo Renzi. "Al popolo Pd dico che dovremmo essere più orgogliosi e fieri di ciò che facciamo e dobbiamo smetterla di tirarci la zappa sui piedi e spararci sui piedi per non dire altrove. Andiamo a testa alta", ha aggiunto. "Quando hai 50mila amministratori, qualcuno che ne combina qualcuna c'è, per la legge dei grandi numeri. L'altro giorno ne hanno beccato uno implicato nello spaccio ma mica è il Pd implicato nello spaccio...", ha sottolineato Renzi. E ha ricordato che Roberto Giachetti non ha mai avuto un avviso di garanzia nella sua esperienza al comune di Roma. "Siamo garantisti e non basta un avviso di garanzia, ma Giachetti non ha avuto neanche un avviso di garanzia", ha aggiunto

"La settimana prossima diamo due bordate sulla P.a: una è sulla Scia, diventa legge un provvedimento che semplifica in modo incredibile l'azione delle imprese e c'è anche il licenziamento immediato per i furbetti del cartellino". Lo annuncia il premier Matteo Renzi, a Virus, annunciando il prossimo decreto attuativo della riforma della pubblica amministrazione.(

"Renzi mi attacca perche' ha paura di me. Lui, Giachetti e Verdini sono la troika del governo che vuole mettere le mani su Roma, ma questa volta gli dira' male. E poi cosa hanno organizzato all'Auditorium? Una Leopolda anche li'? Forse non sanno che Roma non si cambia coi "ciaone"". Lo ha detto all'Ansa la candidata M5S a sindaco di Roma Virginia Raggi.
   

Il palinsesto di oggi