La comunità

La veggente del Monte Grappa. 1986. Paola Albertini vede la madonna

di Antonino Ciappina

20-05-2009


Il Monte Grappa, sacro agli italiani, con un ossario in cui riposano i Caduti del Piave, diverrà sacro due volte? Pare di sì; infatti  vi appare la Madonna! Ce lo dice una veggente, la mistica Paola Albertini, che su una delle sue cime: la Monfenera, vede la Madonna; esattamente dal 4 giugno 1986. L'anticima del Grappa, nota come Monfenera, è di poco distante da Pederobba; Provincia di Treviso, nelle Prealpi Venete. A Pederobba abita Paola Albertini, ex insegnante di musica delle scuole medie di Pederobba, originaria di Padova, dove è nata nel 1941. Solo nel 1996 la Madonna diceva a Paola Albertini di far sapere delle sue apparizioni, che si ripetono il quarto giorno d'ogni mese, facendola conoscere come "Maria Regina degli Angeli Custodi".
Tramite una lettrice di Glenside (Pennsylvania), Maria Rosa Lekhavat, abbiamo ricevuto un libro, edito a cura di Pier Angelo Piai, Edizioni Segno, Tavagnacco (Udine), in cui la veggente dice: "Tutta la terra si riverserà su questo monte". Nella prefazione del libro, esattamente a pag.9,  si legge che la Vergine Maria 71 anni fa apparve a dei soldati, dicendo loro che il loro ritorno a casa era imminente, cosi come la fine della guerra  (La Prima Guerra Mondiale, 1915/18). E fu cosi A Paola Albertini, dopo averle detto di  rendere note le sue apparizioni, la Madonna avrebbe chiesto di parlarne ad ogni ricorrenza; per cui, ogni giorno 4 del mese, di farla conoscere ed anche di amarla. Quindi,chiede affetto; di volerle bene.
E spesso, durante le apparizioni, la veggente ode la voce di Gesù; Madre e Figlio compiendo la missione loro affidata dall'Eterno. E Paola Albertini, cosi come ricorda la Maria Rosa, venne negli Stati Uniti nel 1997; cioè, l'anno dopo che ebbe il permesso di rendere note le sue apparizioni. A Paolo Albertini viene attribuita la guarigione di Madre Angelica, la suora che parla dalla stazione televisiva "EWTN" (Ecumenical World Television Network, chiamata anche Catholic Global Television Network, cattolico significando universale, cosi come ecumenico:per tutti).
Madre Angelica era rimasta azzoppata per un incidente, soffrendo in conseguenza per oltre quaranta anni; guarita il 28 gennaio 1998, pregando insieme con Paola Albertini. E Giovanni Paolo II, il papa che amava le nevi e quando poteva si recava a sciare, in una delle sue "trasferte alpine" andò a far visita a Paola Albertini.Sul luogo delle apparizioni non v'e molto da vedere sino adesso; solo un capitello, attorno al quale i pellegrini che vanno ad assistere alle apparizioni si radunano e pregano in una piccola radura antistante.
La Madonna, ha reso noto Paola Albertini, ha espresso il desiderio che sul luogo venga eretta per prima cosa una cappella, che lei spera di riuscire a far costruire, con l'aiuto dei pellegrini e l'appoggio d'un raggruppamento che s'è formato: l'Associazione Maria Regina degli Angeli Custodi". Sempre secondo desiderio della Madonna, sul luogo dovrebbero sorgere:  un santuario, un monastero di clausura, un convalescenziario ed una casa per i Padri Bianchi, cui dovrebbe essere affidato il tutto. Le apparizioni avvengono il 4.o giorno del mese, alle 5 pomeridiane con l'ora solare; alle 6 con l'ora legale. Il luogo delle apparizioni è a 800 metri sul livello del mare ed è raggiungibile dal paese di Pederobba che si trova sulle pendici dell'altura; è situato in una radura in mezzo ad un bosco, con un panorama di suggetiva bellezza
La veggente guida la preghiera, che ad un certo punto interrompe perchè cade in uno stato di estasi e comincia a dialogare con la Vergine, ripetendo ad alta voce quel che Lei le dice. Importante Si potrebbe dire:... anche la montagna ha voluto aggiungere la sua parola! Da un anfratto è sgorgata dell'acqua; è sgorgata una sorgente, come a Lourdes! Già in tanti hanno raccolto  dell'acqua, e v'è stato chi ha gridato al miracolo! Sono stati fatti degli scavi, e senz'altro si provvederà; ad una vasca necessaria per la raccolta dell'acqua. Occorrerà del denaro; ma non mancherà; fede, speranza buona volontà provvederanno.
La voce delle apparizioni continua ad espandersi; Paola Albertini è già stata chiamata in varie  parti d'Italia a rendere testimonianza di quanto avviene a Pederob-ba.Ancora la Chiesa mantiene riserbo sui fenomeni del Monte Santo della Patria, che diverrà "santo" due volte; dapprima per  l'eroismo, l'immolazione dei Caduti nella Prima Guerra Mondiale e l'affetto di Dio, che ha mandato Maria sul posto a chiedere amore. Ci ascolta quando abbiamo bisogno, ma la preghiera non dovrebbe essere, come accade spesso, solo una richiesta di aiuto, ma anche la ricerca di un dialogo con Dio; un colloquio per dirGli grazie per il dono della vita, la salute, il benessere, tutti Suoi doni.  Non sarebbe azzardato dire che il futuro ci riserba sorpresee; un prossimo futuro, e un doveroso ringraziamento va a Maria Rosa, che si è fatta portavoce di Paola Albertini per gli italoamericani. Nella foto, Giovanni Paolo II benedice Paola Albertini, nella sua visita a Pederobba.    

Il palinsesto di oggi